Varzi

Varzi - Particolare Sentiero della via del sale Valle Staffora

Varzi

Centro più importante dell’intera Valle Staffora, Varzi conserva ancora oggi una struttura tipicamente medioevale, nonostante i diversi rimaneggiamenti subiti nel tempo.
Le origini di Varzi risalgono ai secoli precedenti la nascita di Cristo: in quell’epoca infatti i popoli Liguri occuparono l’intera Valle Staffora e si insediarono nel territorio fondando diversi centri abitati.
Interessato dall’invasione dei Romani e incluso per molti secoli fra i possedimenti del Monastero di Bobbio, Varzi deve il suo sviluppo unicamente ai Malaspina, grazie ai quali acquistò nel periodo medioevale un notevole prestigio.
Ciò che maggiormente testimonia il ruolo fondamentale che i Marchesi ebbero per Varzi è il Castello Malaspina, oggi palazzo dei Conti Odetti di Marcolengo. Questa costruzione ebbe infatti il compito di difendere l’abitato dagli attacchi esterni e rappresentò per molto tempo il potere commerciale ed economico rivestito dal borgo nel periodo medioevale.
Il centro storico, allungato tra lo Staffora e la via principale, presenta all’estremità dell’asse principale due torri che proteggevano le porte dell’abitato nel XV secolo: la Porta sottana, a ponente, e la Porta Soprana, a levante. Fra le due torri si trovano la chiesa dei Rossi e quella dei Bianchi, dal nome delle confraternite che le frequentavano, entrambe realizzate secondo lo stile Barocco nel XVII secolo.
Passeggiando per le strette vie del borgo non è raro trovare scorci suggestivi: sono molti infatti i portali decorati in cotto o in pietra locale, tipica anche di altri paesi della zona; sono diverse le costruzioni realizzate in pietra a vista, tipicamente medioevali, affiancate ad altre che, con intonaci vivacemente colorati, ricordano paesi del litorale ligure.
Caratteristici del borgo sono i portici che sormontano alcune vie e nascondono botteghe e vecchie cantine. Un tempo queste stesse strutture erano un’ottima protezione nella notte per le carovane di muli e di mercanti che commerciavano i prodotti provenienti dal litorale ligure.
La rilevanza di Varzi non è infatti legata solo ai giorni nostri: fin dal Medioevo il piccolo borgo fu uno degli abitati più importanti posti lungo la Via del Sale.
L’importanza economica di Varzi, come già detto, fu strettamente legata al potere malaspiniano: sotto il marchesato infatti i commerci si intensificarono e la ricchezza del borgo aumentò notevolmente: la potente Famiglia rese infatti obbligatorio per i commercianti il passaggio lungo la Via del Sale e attraverso Varzi, imponendo una tassa ai viandanti.
Ancora oggi Varzi è il centro simbolo dell’intera Valle Staffora: borgo medioevale di particolare bellezza è conosciuto e rinomato anche per la produzione del Salame, uno dei pochi prodotti del Nord Italia ad aver ottenuto il riconoscimento D.O.P.

Condividi