Centri Revisione Autorizzati

Il Nuovo Codice della Strada (D.Lgs. 30 aprile 1992 n. 285 - art. 80 comma 8) ha stabilito che le revisioni periodiche dei veicoli a motore capaci di contenere al massimo 16 persone compreso il conducente, ovvero con massa complessiva a pieno carico fino a 3,5t, possono essere effettuate da imprese di autoriparazione che svolgono la propria attività nel campo della meccanica e motoristica, carrozzeria, elettrauto e gommista ovvero da imprese che, esercitando in prevalenza attività di commercio veicoli, esercitino altresì, con carattere strumentale o accessorio, l'attività di autoriparazione.

L'impresa titolare di più sedi operative presso le quali intende effettuare le revisioni deve richiedere il rilascio di distinte autorizzazioni per ciascuna delle suddette sedi (ai sensi dell'art. 239 del Decreto del Presidente della Repubblica del 16 dicembre 1992 n. 495 e succ. mod. ed integrazioni).

La Provincia ha la competenza per il rilascio delle autorizzazioni per l'esecuzione delle revisioni.

È possibile procedere al rilascio delle seguenti autorizzazioni:

  • Revisioni autoveicoli;
  • Revisioni autoveicoli e veicoli a due ruote;
  • Revisioni autoveicoli e veicoli a due, tre e quattro ruote;
  • Revisioni a due ruote.

 

ASSOLVIMENTO IMPOSTA DI BOLLO: LEGGI LE NOVITA’

Si ricorda che, dal 1° settembre 2018, l’imposta di bollo sulle istanze e sui provvedimenti finali può essere assolta solo in modo virtuale.

Pertanto le istanze con marca da bollo cartacea non saranno più accettate e dal 1° ottobre p.v. saranno automaticamente bloccate dall’Ufficio Protocollo.

Scarica la modulistica aggiornata con l’indicazione degli importi e delle modalità di pagamento.

Istanze e comunicazioni: invio tramite posta elettronica certificata

Si avvisa l’utenza che, nell’ambito del processo di digitalizzazione di atti e provvedimenti che l’Ente sta portando a compimento, dal 1° ottobre 2018 le istanze e le comunicazioni da parte di Istituzioni, Imprese, Associazioni dovranno pervenire tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si invitano anche i privati cittadini ad utilizzare preferibilmente la medesima modalità.

Condividi