04/06/2013 Carla Gilardini (Gruppo Francia)

Eccomi di nuovo per raccontarvi il week end appena trascorso.

Ho avuto l'opportunità, con l'aiuto della bellissima giornata di sole di sabato 1 giugno, di recarmi a Bordeaux per visitare gli ultimi musei che mi ero, già da tempo, prefissata di scoprire. Si tratta del museo della scienza Cap Sciences, situato sul Quai de Bacalan hangar 20 ( viale che costeggia il fiume Garonna), ed il museo del vino situato in rue Borie.

L'esposizione principale che trova sede all'interno del museo della scienza è molto curiosa ed interattiva. Viene spiegato il funzionamento del nostro cervello e di quello animale grazie a varie schede e giochi interattivi ( ad esempio il Cognitilab per testare la nostra memoria, il Cervomaton per scoprire il nostro cervello in 3d, poi vari test olfattivi, visivi, tattili e persino un vero e proprio robot che segue i nostri comandi. Il secondo museo, invece, mi è piaciuto molto meno poiché, secondo il mio modesto parere, non valeva affatto il prezzo del biglietto. 7 euro per degustare 2 vini (il vino offerto era scarso e non vi era alcun accompagnamento) e visitare una normalissima cantina ( unicamente bottiglie di vino e botti) mi sembra un'esagerazione.

Se non l'avessi visto mi sarebbe rimasta però la curiosità di cosa ci fosse all'interno e quindi non ho nessun rimorso. La cultura è un bene prezioso che bisogna preservare ed essere fieri di tramandare alle generazioni future. L'unica esposizione che ha destato un pochino la mia attenzione è stato lo spazio, all'interno dello stesso, dedicato al viaggio nei paesi del thè.

Si tratta di una mostra illustrante varie tipologie di the' orientali con relative teiere finemente decorate. Se mi chiedessero di valutare i musei da me visitati in occasione di questo progetto ( museo delle belle arti, museo Jean Moulin, museo delle arti decorative, museo cap sciences e museo del vino ) risponderei che tutti meritano una visita ad esclusione del museo del vino poiché la degustazione è misera e la spiegazione da parte della guida all'accoglienza è poco accurata. I musei e i monumenti di Bordeaux rimarranno gli unici luoghi degni di essere ricordati in questo viaggio in terra francese.

Condividi