PTO Oltrepo Pavese

Intervento AssessoreSi è concluso lo scorso giovedì 5 luglio, nello splendido contesto  panoramico offerto dal comune di Canneto Pavese, l’incontro di chiusura della sperimentazione delle azioni a progetto che ha portato i rappresentanti istituzionali e tecnici, nonché gli esponenti dell’ampio partenariato e il target di progetto, a confrontarsi in una tavola “rotonda” a testimonianza del concreto e tangibile  successo che questo progetto, cofinanziato da regione Lombardia ha prodotto per la diffusione delle politiche dei tempi ed orari ed il miglioramento della qualità di vita della collettività e dei city user in visita nell’oltrepò pavese orientale.

 

Punti di forza di questo progetto sono rappresentati dall’implementazione ed estensione oraria del servizio “MioTaxi”, attivo nell’ambito sanitario e socio-assistenziale che consente agli over 60, ma anche alle donne lavoratrici, alle famiglie con problematiche conciliative e alle persone appartenenti alle categorie protette, di spostarsi dalla propria abitazione e posto di lavoro verso la  struttura ospedaliera; il servizio “Pronto Farmacia”, ovvero la consegna a domicilio di farmaci rivolto a quei cittadini e a quelle famiglie e persone che faticano a raggiungere la farmacia, perché spesso lontana dal proprio paese/frazione, liberando tempo alle proprie famiglie ed alla collettività.
E’ operativo anche un servizio di minibus di collegamento tra le frazioni non servite dai mezzi pubblici ed abitate prevalentemente da persone anziane nelle mattinate di mercato nei comuni di Broni e Stradella. Ma sono molti altri i punti di particolare interesse ed impatto afferenti questo progetto, come il rafforzamento del “Punto Rosa” di Stradella, un ufficio in grado di fornire assistenza legale alle persone che hanno subito violenza, ed anche la figura del “Nonno Vigile” per servizi di integrazione sociale e di mobilità scolastica.
Grazie alle convenzioni con numerose associazioni del terzo settore territoriale, all’attiva partecipazione dei comuni associati ed al crescente numero di richieste di adesione da parte di altri comuni dell’oltrepò questo progetto ha dato e sta tutt’ora proponendo risultati molto positivi e incoraggianti, con il conseguente miglioramento della qualità di vita dei cittadini coinvolti.
All’incontro è intervenuta il Vice Presidente ed Assessore della Provincia di Pavia con delega alle Pari Opportunità Milena D’Imperio che ha focalizzato l’attenzione sul ruolo che la legge regionale 28/2004 ascrive alle province, tenute ad  inserire le politiche dei tempi e degli orari all’interno di tutte le linee programmatiche dell’Ente. In particolare, la Provincia di Pavia, ha attivato un Tavolo provinciale sulle politiche temporali e nel giugno 2012 ha sottoscritto una convenzione con l’Asl di Pavia per l’attivazione di progetti afferenti la conciliazione famiglia-lavoro ed il miglioramento della qualità di vita dei dipendenti dell’ente e della collettività in generale, coinvolgendo le imprese del territorio provinciale sul tema del welfare aziendale e interaziendale.

Condividi

Allegati:
Scarica questo file (Brochure PTO.pdf)Brochure PTO.pdf[Brochure PTO]7358 kB