Conciliazione e Politiche di Family Friendly in Area Agricola - Incontro del 18 aprile 2012

L’Assessorato alle Pari Opportunità della Provincia di Pavia ha avviato un progetto finanziato da Regione Lombardia, attraverso il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013, in collaborazione con Regione Lombardia,  Direzione Generale Agricoltura, C.C.I.A.A. di Pavia, Gruppi di Azione Locale, Gal Alto Oltrepo e Gal Lomellina e il diretto coinvolgimento delle associazioni datoriali di categoria agricola provinciali.

Al primo incontro in oltrepò presso l’Agriturismo Montini, in cui si è stata approfondita la tematica della multifunzionalità agricola, si è riscontrato un ampio consenso e partecipazione delle imprenditrici agricole; all’incontro era presente la consigliera provinciale Martina Draghi che ha portato i saluti istituzionali della Provincia.

Il progetto pilota integrato intende promuovere e individuare, nello start-up di una rete di imprese femminili in ambito agricolo-turistico-valoriale, uno strumento di crescita e di sviluppo economico-sociale del territorio. In particolare, il progetto, intende realizzare una rete di imprese agricole e agrituristiche femminili contraddistinte da una connotazione "family friendly". Una rete caratterizzata da servizi e strutture "a misura di  famiglia", per lo sviluppo di nuove forme di ricettività che potranno valorizzare, soprattutto in una provincia a connotazione agricolo - rurale come quella pavese, le capacità femminili in termini di accoglienza e trasmissione della cultura locale nella piena coscienza delle proprie potenzialità.

La sfida dell'Expo 2015, inoltre, ben si sposa con tale progettualità in quanto, i visitatori, avranno necessità di ospitalità sul territorio lombardo e questo, nel contempo, darà vita ad un'opportunità che il mondo agricolo non potrà lasciarsi sfuggire. Questo progetto è inoltre una risposta a quanto evidenziato dal PSR 2007-2013 “Patto per la promozione dell'uguaglianza di genere” .

Scarica le relazioni.

Condividi