Visita alla Provincia di Pavia dell’Istituto Maria Ausiliatrice

Venerdì 23 novembre 2018, abbiamo avuto il piacere di ospitare presso la Sala Ciro Barbieri della Provincia, le classi primarie 5°A e 5°B  dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Pavia. La sala Ciro Barbieri è stata restaurata negli anni 70 ed abbellita con un mosaico di Treccani che simboleggia un momento della storia italiana che la Provincia di Pavia aveva ritenuto di particolare rilevanza. Il mosaico ha subito suscitato la curiosità dei piccoli ospiti. La frase scritta sul mosaico: “Questo è il fiore del partigiano morto per la libertà” è un omaggio reso alla resistenza pavese e a tutti coloro che hanno combattuto per sconfiggere il fascismo e ritornare alla democrazia.

               

Il Presidente Vittorio Poma, ha accolto i bambini e raccontato loro il ruolo delle Province.

Negli ultimi anni è stata messa in discussione l’utilità di questa Istituzione e si è pensato che abolendo le Province si sarebbe avuto un contenimento dei costi. Ciò ha causato non poche difficoltà, soprattutto in merito alla gestione dei servizi che fanno capo alle Province.

La Provincia è un ente territorialmente sovraordinato, con competenza geografica e territoriale molto ampia. La nostra Provincia comprende 188 Comuni, siamo dopo Bergamo e Brescia, la Provincia in Lombardia con il maggior numero di comuni, con una rete stradale di circa 2.000 km da gestire.

In un territorio composto da tanti piccoli centri abitati, la rete dei collegamenti stradali è così ramificata per permettere ai piccoli centri  di collegarsi a quello maggiore con facilità. Questa è una scelta che la Provincia di Pavia ha fatto verso la metà degli anni '60, quando molte strade non asfaltate, sono state provincializzate, con un notevole investimento economico, per accrescere il benessere dei cittadini.

Purtroppo ciò che inizialmente era un grande valore e una grande risorsa, oggi, con il taglio delle risorse finanziarie, è diventato difficilmente gestibile.

Le funzioni fondamentali svolte dalla Provincia di Pavia posso riasumersi nei seguenti punti:

1)            Manutenzione delle strade

2)            Manutenzione degli edifici delle scuole medie e superiori che sono 32

3)            Assicurazione dei trasporti per i residenti del territorio. Sino all’anno scorso la Provincia doveva assicurare i collegamenti, cioè il trasporto pubblico locale a tutti i residenti del nostro territorio. Dall’anno scorso abbiamo perso questa competenza ma abbiamo mantenuto quella di elaborare il piano dei trasporti. Non abbiamo più la gestione dei trasporti, ma manteniamo la programmazione della rete (cerchiamo di accontentare la domanda per esempio di avere un pullman che trasporti da casa al lavoro o a scuola il cittadino)

4)            Programmazione utilizzo del territorio. Compito del Comune è attraverso il rispetto del Piano di Governo, autorizzare la costruzione di una casa, un capannone…, compito della Provincia è di far si che tutto quello che si sviluppa sul territorio provinciale corrisponda a dei criteri di coerenza, attraverso il piano territoriale di coordinamento. Diciamo al Comune cosa non può fare indicando le aree dove non si può costruire.

5)            Sensibilizzazione sul tema dell’ambiente. Abbiamo il compito di verificare insieme alla Regione che tutti gli impianti presenti per lo smaltimento dei rifiuti sul nostro territorio funzionino e operino secondo le autorizzazioni che sono state rilasciate. La Provincia di Pavia in particolare tiene molto ad assicurare che l’impatto che i rifiuti hanno sul nostro territorio non abbia a nuocere ai residenti.

6)            Programmazione indirizzi scolastici e formazione professionale. Insieme ai soggetti che si occupano di ciò, anno per anno, cerchiamo di individuare quegli indirizzi che possono meglio qualificare l’offerta scolastica e che vadano contemporaneamente incontro al bisogno di avere degli sbocchi professionali

7)            Mercato de lavoro. Competenza che con alterne vicende dalla fine degli anni 90 in poi ha gestito la Provincia. La Provincia su questo tema, organizza il servizio per l’impiego e nell’ambito di questo servizio, organizza dei presidi territoriali che si chiamano Centri per l’impego. Noi ne abbiamo 3, a Vigevano, a Voghera, a Pavia. Dentro questo servizio pubblico lavorano circa 29 persone e c’è anche un ufficio che si occupa di far rispettare la Legge 68 del 1999 per l’inserimento delle persone svantaggiate.

I bambini si sono dimostrati molto attenti alle parole del Presidente Vittorio Poma, che li ha salutati regalando loro un bellissimo libro realizzato dalla Provincia di Pavia: “I bambini alla scoperta di Pavia e dei suoi territori”.

Il Presidente ha poi elogiato la dedizione che le insegnanti manifestano nei confronti dei loro alunni, accompagnate da tanta passione per il loro lavoro, omaggiandole di un altro libro, intitolato” la Città dell’Uomo” che il nostro Presidente ha curato personalmente. Nel libro sono raccolti i commenti alle 7 virtù di Sant’Agostino: Fede, Speranza, Carità, Prudenza, Giustizia, Temperanza, Fortezza.

L'incontro si è concluso con una frase pronunciata dal Presidente Poma: “Quando mi alzo la mattina e mi guardo allo specchio, non mi domando perché faccio questo lavoro, ma per chi lo faccio”.

Condividi