TPL, i gestori chiedono al TAR il rinvio dell'udienza

Oggi, 17 dicembre'15, si sarebbe dovuta tenere presso il TAR Lombardia l’udienza di discussione del ricorso proposto da alcune aziende di trasporto, gestori del Tpl in provincia di Pavia, che avevano impugnato a suo tempo il bando di gara bandito dalla Provincia di Pavia per l’affidamento dei servizi di Tpl in unico lotto provinciale. In sede di udienza le aziende ricorrenti hanno presentato istanza scritta di rinvio di discussione della causa in quanto – come da loro stesse motivato - risultate essere prime nella graduatoria provvisoria della gara. Pertanto, il collegio giudicante ha disposto il rinvio a tempo indeterminato della discussione della causa

“La richiesta di rinvio non può che condurre a due considerazioni. La prima ,che se il bando avesse avuto particolari criticità il Tar non avrebbe disposto il rinvio della causa ; la seconda, che le motivazioni delle impugnazioni per quanto concerne il presunto mancato rispetto della clausola sociale nel bando di gara non erano correlabili se non al timore di perdita dell’affidamento del servizio. Pertanto vediamo confermata la perfetta legittimità del bando di gara in tutti i propri aspetti e l’ulteriore conferma che l’apertura delle procedure di mobilità erano e restano assolutamente pretestuose. Mi aspetto a questo punto che le aziende comunichino formalmente alle parti sociali che non daranno a corso ai licenziamenti minacciati”, commenta l’assessore ai Trasporti della Provincia di Pavia, Paolo Gramigna .

Condividi