Incontro con i sindaci sulle problematiche delle zone vitivinicole

L’Assemblea dei Sindaci riunitasi a seguito di convocazione della Provincia di Pavia in data 03/08/2015 presso la Sala Convegni “C. Gallini” del Centro Riccagioia in Torrazza Coste esprime preoccupazione per il danno di immagine arrecato all’Oltrepò vitivinicolo dai fatti giudiziari che hanno coinvolto la Cantina Terre d’Oltrepò di Broni e per le possibili ripercussioni sull’andamento della vendemmia 2015 che inizierà nelle prossime settimane e condivide i seguenti punti:

 

a)      Le Istituzioni presenti esprimono pieno sostegno all’operato della Magistratura con richiesta di fare chiarezza e attribuire precise responsabilità in tempi celeri al fine di poter garantire anche un futuro alla Cantina Terre d’Oltrepò di Broni, valutando positivamente l’eventuale passo indietro dell’attuale Consiglio di Amministrazione di Terre d’Oltrepò;

b)     Si auspica che l’inserimento nel Consiglio di Amministrazione della Cantina Terre d’Oltrepò del Presidente regionale di Coldiretti e del Presidente di Confcooperative possa imprimere una svolta positiva alla politica vitivinicola della Cantina stessa ridando fiducia ai consumatori e ai mercati;

c)      Pieno sostegno e impegno alla valorizzazione dei produttori che stanno sostenendo in modo onesto e leale la qualità del vino dell’Oltrepò attraverso la valorizzazione della sua etichetta: a loro si devono i numerosi premi che negli ultimi anni sono arrivati in Oltrepò in ambito enologico;

d)     Le Istituzioni convengono nel monitorare gli eventi nelle prossime settimane per poter garantire un eventuale rete di emergenza per i viticoltori dell’Oltrepò in collaborazione con il sistema delle altre cantine cooperative e delle cantine private;

e)      Si auspica l’unità del mondo imprenditoriale dell’Oltrepò Pavese vitivinicolo attraverso una piena rappresentanza territoriale nell’ambito del Consorzio Vini Doc anche passando attraverso una revisione statutaria e della governance attuale al fine di sanare le fratture che si sono create pochi mesi fa fra Consorzio e imprenditori del Distretto di Qualità al fine di poter riprendere insieme un promettente programma di sviluppo vitivinicolo;

f)       Vi è l’impegno congiunto di tutte le Istituzioni a promuovere con la massima forza le iniziative già programmate e le altre in fase di elaborazione affinché tutte le potenzialità del vino dell’Oltrepò, del suo territorio e della sua enogastronomia possano essere pienamente conosciute e valorizzate, recuperando l’immagine dell’Oltrepò vitivinicolo pesantemente danneggiata dall’inchiesta di Terre d’Oltrepò.

All’incontro sono presenti i Sindaci e i Rappresentanti di 31 Comuni su 42 convocati e precisamente: Borgo Priolo, Borgoratto Mormorolo, Bosnasco, Broni, Canevino, Canneto Pavese, Castana, Casteggio, Cigognola, Codevilla, Golferenzo, Montalto Pavese, Montebello della Battaglia, Montecalvo Versiggia, Montescano, Montù Beccaria, Mornico Losana, Oliva Gessi, Pietra de’ Giorgi, Redavalle, Retorbido, Rocca Susella, Rovescala, Ruino, San Damiano al Colle, Santa Giuletta, Santa Maria della Versa, Stradella, Torrazza Coste, Volpara, Zenevredo; sono inoltre presenti il Comune di Voghera; i Consiglieri provinciali componenti della Commissione consiliare 6° Agricoltura nelle persone di: Riccardo Fiamberti Presidente; Maurizio Donato Vicepresidente, Claudia Montagna, Martina Draghi; il Consigliere provinciale Pierangelo Fazzini; il Presidente del Gal Oltrepo Pavese Alberto Vercesi e il Presidente della Società Riccagioia S.C.P.A. Sen. Roberto Mura

 

Condividi