''I Comuni del Turismo all'Aria Aperta'', ecco il Bando per aree di sosta integrate con il territorio

Al via la XIV edizione del Bando “I Comuni del Turismo in Libertà" l'iniziativa che ogni anno premia i miglior progetti di aree di sosta camper multifunzionali, finanziandone la realizzazione con un contributo di 20.000 Euro, assegnato ad ognuno dei quattro progetti vincitori di categoria.

 

Al concorso possono partecipare i Comuni Italiani (categorie: Comuni del Nord, Comuni del Centro, Comuni del sud e delle Isole, ristrutturazioni e miglioramenti alle Aree di Sosta esistenti) che presenteranno progetti per aree di sosta integrate con il territorio secondo criteri di eco-sostenibilità come previsto dal Bando del concorso; l'assegnazione del premio sarà vincolata all'effettiva realizzazione dell'area di sosta entro un anno dalla data di premiazione.

L'iniziativa, giunta alla quattordicesima edizione, è promossa da APC in partnership con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Federterme, Federparchi - Europarc Italia e FEE Italia (Foundation for EnvironmentalEducation).

In provincia di Pavia – uno dei territori più “ospitali” nei confronti dei camperisti – ci sono 53 aree di sosta già attive (parcheggi, camper-service, punti sosta, aree attrezzate e campeggi/agricampeggi).

Per quale motivo un Comune dovrebbe partecipare al bando per la realizzazione di un’area di sosta?

Ogni anno sono 5,7 milioni i turisti italiani ed europei che viaggiano in camper – sottolinea l’assessore al Turismo della Provincia di Pavia, Emanuela Marchiafava - con una media di 4 persone per veicolo e 15 viaggi all’anno. E' un turismo che si rivolge soprattutto ai piccoli borghi, alle città d’arte, ai parchi e alle riserve naturali: una risorsa preziosa anche per i territori che non sono interessati dai flussi turistici di massa. I camperisti italiani sono per l’82% di classe sociale medio-alta, con reddito annuo tra 35 e 55 mila euro. Un comparto in costante crescita che, nell’ultimo anno ha registrato in Europa oltre 71.300 nuove immatricolazioni di autocaravan. Complessivamente, Il turismo italiano in libertà costituisce il 5% del movimento turistico nazionale, mentre il plein air incoming il 6% del movimento turistico estero in Italia. Chi viaggia in camper, in caravan e in tenda, in Italia spende ogni anno 1,1 miliardi di euro, in prevalenza in trasporti pubblici, prodotti enogastronomici locali ed artigianato, con benefici diretti al territorio e acquisti distribuiti nel corso di tutto l'anno grazie alla destagionalizzazione di questa tipologia di turismo”.


Condividi

Allegati:
Scarica questo file (bando.pdf)bando.pdf[ ]464 kB