Bilancio di fine anno del Presidente Daniele Bosone

L’incertezza sul futuro della Provincia, chiamata a trasformarsi in Ente di area vasta, ha governato il 2014, ma non ha avuto la meglio sull’impegno della amministrazione provinciale a favore del territorio. Con sacrifici siamo riusciti  ad assorbire i contraccolpi di una spending review adottata in maniera abnorme nei confronti degli enti locali. Tuttavia, grazie ad una sana e rigorosa gestione del bilancio, siamo riusciti a realizzare e finire opere importanti

come la GreenwayVoghera– Codevilla e la Greenway Retorbido– Rivanazzano – Salice Terme collegando, così,  la città di Voghera a Salice Terme da una pista ciclabile di oltre13 chilometri. Sempre per quanto riguarda la mobilità dolce abbiamo portato a termine anche la pista ciclabile di Giussago ela MezzaninoPo– Arena Po lungo l’argine del fiume. In collaborazione con STER ed AIPO è stata poi realizzata una cartografia completa della rete di piste ciclabili sul territorio che ha permesso di arrivare ad una pianificazione , finanziata in parte da Cariplo, in vista di un progetto di mobilità dolce da Varzi al nord della Lomellina.

Abbiamo inaugurato la nuova seggiovia di Pian del Poggio, dopo 5 anni di chiusura degli impianti, e abbiamo raggiunto obiettivi che guardano al futuro: finalmente si è iniziato a parlare di un nuovo Ponte alla Becca.; ci siamo aggiudicati il Bando Expo con il quale intendiamo accompagnare tutta la provincia a quell’evento unico che è l’Esposizione Universale, lavorando con degli obiettivi specifici. Sicuramente ci attendiamo di valorizzare la filiera dell’agrifood in Provincia di Pavia e aumentare la capacità attrattiva del nostro territorio. L’agricoltura rappresenta una grande occasione di sviluppo per il nostro territorio e può diventare strategica per il turismo se riusciremo a valorizzare e far conoscere il paesaggio agricolo stesso, i suoi prodotti, la cucina che ne deriva. Da qui i principali progetti portati a termine nel corso dell’anno: la guida “4 Itinerari turistici nella Provincia di Pavia”, il portale dedicato al turismo Visit.Pavia.com,  le collaborazioni con Tour Operator e operatori turistici che hanno permesso l’inserimento della “destinazionePavia” nei cataloghi di vendita internazionali dedicati ad EXPO il Paniere Pavese . La condivisione del progetto 4 itinerari con i distretti del Commercio e dell’attrattività ha attivato sinergie che hanno portato all’adozione di azioni comuni, dalla promozione on line, off line fino alla posa della nuova segnaletica turistica. E’ stata inoltre incrementata l’azione del Tavolo della Via Francigena  -che riunisce tutti i Comuni lungo il tratto pavese- per monitorarne la sicurezza e per preparare un progetto collettivo da candidare ai prossimi bandi ministeriali ed europei.

Abbiamo affrontato e in parte risolto vere e proprie emergenze : dallo stato di salute dei ponti (Becca, Gerola, Bressana e Ponte di barche) , forse la maggiore criticità del territorio,  al dissesto idrogeologico. Per la messa in sicurezza del Versante a monte della SP18, a Varzi loc. Nivione abbiamo cofinanziato un progetto insieme a Regione Lombardia per 200.000 e per il nuovo ponte sul Torrente Scuropasso tra i comuni di Broni e Cigognola , sono stati necessari lavori per 872.000 .

Sono state affrontate e risolto molteplici criticità anche nel settore scolastico, dove manutenzioni straordinarie ed ordinarie sono state gestite in un quadro d’insieme devastato per colpa dei tagli subiti dal Governo centrale. Agli edifici scolastici siamo comunque riusciti ad assicurare manutenzioni straordinarie per 3.700.000 euro e 536mila euro di manutenzioni ordinarie. Tutto il possibile è stato investito nel settore della viabilità (2mln di euro per asfaltature e 650mila euro per la segnaletica), nella consapevolezza che molto resta da fare e che non tutte le attese sono state rispettate.  

Un importante lavoro di programmazione ha interessato il TPL con l’approvazione del nuovo Piano Trasporti che partirà dal 2016. Per la prima volta ci sarà finalmente una integrazione con i servizi urbani della nostra provincia (esclusa la città di Vigevano che non ha aderito) permettendo una razionalizzazione delle linee e dei percorsi a vantaggio degli utenti. Con questo piano andremo a riassorbire i tagli in atto per il TPL . Infine, venendo affidato il trasporto pubblico ad un unico gestore, avremo anche un unico biglietto provinciale. Sempre per quanto riguarda la programmazione il PTCP si avvia verso la definitiva approvazione, prevista a gennaio 2015 dopo più di 10 di blocco e sono iniziate le procedure di revisione del Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti e del vigente Piano Cave

Continua l’impegno per la realizzazione del progetto ASTER “Parco Tecnico Scientifico e Tech della Vita” per il quale con la collaborazione della Fondazione Banca del Monte sono iniziate le opere di riqualificazione degli edifici che lo ospiteranno e la selezione degli spin off.

La nostra sensibilità alle tematiche ambientali si è concretizzata nel progetto di riqualificazione integrata del basso corso del fiume Olona Meridionale, nella riqualificazione ambientale del torrente Staffora e del Giardino Alpino di Pietra Corva, nell’approvazione dei Piani di Gestione delle ZPS "IT2080701 Po da Albaredo Arnaboldi ad Arena Po", "IT2080702 Po da Monticelli Pavese a Chignolo Po" e "IT2080703 Po di Pieve Porto Morone". Stiamo affiancando AST per la sottoscrizione di una  convenzione con Regione Lombardia per la realizzazione del progetto "Itinerari d’acqua e di civiltà", con finanziamento regionale, sui salti d'acqua in località Sforzesca di Vigevano (circa 250mila €). Ricordo che abbiamo dato parere negativo ai progetti di realizzazione delle discariche per rifiuti contenenti amianto nei Comuni di Ferrera Erbognone e di Cava Manara e che abbiamo sottoscritto un protocollo d'intesa per la realizzazione di un monitoraggio ambientale sulla qualità dell’aria nella zona di Parona, i cui risultati sono previsti a breve.

Con la Scuola di Autoimprenditorialità abbiamo formato 24 neo imprenditori che stanno aprendo attività in proprio. Continua il successo del progetto Condor in collaborazione con l’Università di Pavia, grazie al quale  4500 studenti nel 2014, hanno ricevuto un profilo per l’orientamento scolastico personalizzato. Nel 2014 è partito anche il progetto “Condor Special” con cui si profilano studenti con diversa abilità. A questi è stato affiancato il progetto “Noveris”: si tratta di un progetto innovativo grazie al quale hanno frequentato stage in azienda non gli studenti ma i professori tecnici delle materie. Continuano anche le azioni di contrasto alla dispersione scolastica.

E poi non abbiamo fatto venir meno la nostra attenzione alle fasce più deboli: oltre un milione di euro è stato destinato agli studenti disabili per attività a supporto del diritto allo studio; sono state promosse strategie politiche orientate all’integrazione dei cittadini stranieri; un forte investimento di energie è stato rivolto al tema della Cooperazione Internazionale con l’avvio dell’APS “Sistema Territoriale Pavese per la cooperazione”; infine oltre 140mila euro è stato destinato al Terzo Settore.

Nell’anno 2014 sono proseguite le attività relative alla catalogazione informatizzata a cura del Centro di Catalogazione Provinciale. Grazie al contratto con l’Università di Pavia i dati raccolti hanno segnalato uno sviluppo interessante. Qualche numero: 86 biblioteche, 37.742 utenti iscritti, che fruiscono delle biblioteche dei tre sistemi: già in sei mesi  circa500 inpiù rispetto al dato del dicembre 2013

Operazioni registrate, cioè prestiti + interprestito (movimentazione documenti tra Lomellina e Pavese): anno 2013: 213.928; anno 2014 primo semestre: 107.071. I dati di chiusura, in via di raccolta, danno un totale di circa 215.000 operazioni in più registrate. 

Stesso sviluppo si registra per il numero di volumi catalogati dal Centro Provinciale: si arriva ad almeno 37000 unità catalogate per l’anno in corso.

Nel corso del 2014 è stato inoltre inaugurato il sistema Open Web: nuova versione dell’OPAC (Open Public Acces Catalogue). Offre ai lettori un catalogo unico, la possibilità di essere informati sui servizi attivati dalle biblioteche. OpenWeb è il nuovo modo di consultare  il Catalogo Unico Pavese, servizio gestito dall’Università degli Studi di Pavia, cui aderiscono circa 130 biblioteche presenti sul territorio provinciale. OpenWeb si caratterizza per nuove possibilità offerte agli utenti ed in particolare per l’apertura ad informazioni presenti in rete e ai social network.

È stato pubblicato il volume fotografico “Invito al viaggio. Monumenti, chiese, palazzi in provincia di Pavia”. Si tratta di un “racconto per immagini” del nostro territorio, voluto anche con traduzione inglese dei testi, per partecipare alla valorizzazione dei nostri siti e dei nostri beni in modo più efficace. Anche in vista di Expo 2015, che non a caso ha inteso concedere il patrocinio al libro.

Il 2014, che non ha vistola Provincianelle condizioni di sostenere finanziariamente le attività di teatro e di musica, è stato invece l’anno del Cinema per i Ragazzi delle scuole di tutto il territorio. Nei mesi tra febbraio e maggio a Pavia, a Vigevano e a Voghera si sono tenute le proiezioni per le scuole di ogni ordine e grado: 14 titoli di prima e seconda visione, 24 proiezioni. 6016 studenti hanno assistito alle proiezioni. Una bella chiusura per un’attività chela Provinciasostiene storicamente.

Sperando in un 2015 altrettanto produttivo , pur scontando le difficoltà istituzionali e di bilancio, auguro comunque a tutti un Buon Natale e, soprattutto, un sereno Anno Nuovo.

 Daniele Bosone

Presidente Provincia di Pavia

Condividi