UN PO’ DI CHIAREZZA SUI LAVORI PROGRAMMATI RELATIVI AL VERSANTE A MONTE SP.18 - VARZI-LOC.NIVIONE

Nella Primavera2014 aseguito di abbondanti precipitazioni meteoriche si sono verificati alcuni distacchi di pietre e massi dal versante prospicientela Sp.18 in Comune di Varzi, loc. Nivione. A seguito di questi fatti, dopo aver messo in sicurezza la strada, unica competenza  provinciale, e stata redatta dalla Provincia di Pavia la scheda RASDA necessaria per la segnalazione dei danni alla Regione Lombardia, nonché per accedere al finanziamento per la messa in sicurezza del versante.

Si deve precisare che la competenza della segnalazione del dissesto spettava al Sindaco di Varzi essendo interessato un versante nel territorio comunale, che ha ritenuto però di non procedere in tal senso.  Se così avesse fatto,  questo avrebbe comportato un’accelerazione sulle procedure di messa in sicurezza del luogo, perché con la scheda RASDA comunale il finanziamento sarebbe stato assegnato allo stesso Comune , o i lavori effettuati in prima persona da Regione Lombardia, in quanto Enti legittimati a procedere, in caso di emergenza, con procedure di somma urgenza o pronto intervento, quindi senza procedure di gara; tale procedura poteva essere seguita anche  a seguito del peggioramento della situazione verificatasi in seguito agli eventi straordinari del 15-16 Novembre scorso che ha comportato la chiusura dell’Sp.18 in data17/11/2014 con ordinanza n. 63. Tale procedura invece non è concessa alla Provincia.

A seguito degli eventi calamitosi, tuttavia, e verificata la gravità della situazione si è attivata, in accordo con Regione Lombardia, una procedura “eccezionale” di dichiarazione di emergenza con la quale si richiedevano anche finanziamenti relativi alla frana di Nivione. 

La procedura attivata con Regione Lombardia, esclusivamente su volontà della Provincia e in accordo con Regione Lombardia, ha comportato i seguenti tempi

 

I TEMPI

La GiuntaRegionale con Delibera del 12/9/2014, comunicava  alla Provincia in data 19/9/2014 ha assegnato alla stessa un contributo di 170.000,00 euro per i lavori suddetti su un progetto di 200.000,00 euro individuando in modo ASSURDO come termine ultimo per la rendicontazione dei lavori il 15/12/2014.

La GiuntaProvinciale con Delibera n. 352 del 15/10/2014 ha prontamente inserito con Variazione del Piano Triennale detto lavoro nella programmazione provinciale e il Consiglio Provinciale stesso con Delibera n.93 del 26/11/2014 approvava l’intervento confermando anche il cofinanziamento di 30.000,00 euro.

Il 12/11/2014 con Delibera n. 388 è stato prontamente approvato il Progetto definitivo/esecutivo dei Lavori suddetti.

Immediatamente dopo con Determinazione dirigenziale n.1351 del 17/11/2014 veniva avviata la procedura di gara non potendo assegnare le opere in somma urgenza  dando il tempo minimo indispensabile previsto dalla legge che terminava il 2/12/2014.

Nel frattempo per ovvi motivi e non per colpa della Provincia ma per le leggi vigenti non potendo rispettare il termine del 15/12/2014 quale ultimazione dei lavori, in data 9/12/2014 con nota n.82569 veniva chiesta a Regione Lombardia una proroga dei tempi di rendicontazione al termine al 30/1/2015.

il Responsabile dello STER di Pavia, in data 16/12/2014, con nota n.84502, rispondeva di ritenere accettabile la richiesta di proroga fino al 30/1/2015 dal punto di vista tecnico ma specificava di non poter garantire per il 2015 la disponibilità  finanziaria regionale dell’intervento.

A questo punto non avendo certezza del finanziamento dei lavori con immane fatica, non avendo disponibilità di Bilancio, si è stabilito cautelativamente, in attesa di conferma o meno da parte di Regione Lombardia, stralciando interventi già programmati, di assumere la deliberazione da parte della Giunta Provinciale n.84529 nella seduta del giorno stesso della comunicazione dello STER (16/12/2014) confermando il finanziamento e i lavori in oggetto.

E’ stata convocata ufficialmentela Dittaaggiudicataria dei lavori il giorno 19/12/2014 assegnandogli con determinazione dirigenziale n.1522 ufficialmente i lavori.

Sempre in data 19/12/2014 il RUP ha autorizzato  il D.L. a consegnare  i lavori ed il medesimo ha convocato per il giorno 29/12/2014 (come prevede la legge di assegnare un minimo di 10gg alla Ditta),la Ditta aggiudicataria in loco per l’inizio e la cantierizzazione dei lavori stessi.

Come si vede la Provincia non ha mai perso tempo nel seguire la procedura che purtroppo leggi farraginose ma vigenti prevedono in questi casi.

 

 

Condividi