"Altrimenti siamo...fritti!" per sensibilizzare le giovani generazioni

La Provincia di Pavia – Assessorato alle Politiche Ambientali, Riserve Naturali, Pianificazione Faunistica - in collaborazione con Legambiente Pavia, Italia Nostra Pavia, Pocket Service snc, Amministrazioni Comunali, Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – Ambito Territoriale XIX Pavia, Fondazione Banca del Monte di Lombardia e Reti delle Scuole Primarie della Provincia di Pavia promuove il progetto “Altrimenti siamo… fritti!” rivolto agli alunni delle scuole primarie con l’obiettivo di sensibilizzare le giovani generazioni sul tema della raccolta degli oli esausti e degli oli vegetali da friggitura.

 

“Lo smaltimento degli oli vegetali esausti, ovvero i residui degli oli utilizzati per usi alimentari domestici che solitamente vengono smaltiti attraverso la rete fognaria, è un tema purtroppo sottovalutato. Manca un’adeguata informazione sui danni che derivano all’ambiente da uno scorretto smaltimento, da tanti gesti quotidiani di cui spesso non conosciamo le conseguenza e che risultano nocivi per l’equilibrio ecologico del territorio - spiega l’Assessore all’Ambiente Alberto Lasagna-. “Eppure questi rifiuti da problema possono diventare risorsa. Da un chilo di olio vegetale esausto, infatti, si ricavano 0,8 chili di base lubrificante recuperato; un risparmio energetico non trascurabile se si pensa che l’alternativa è rappresentata da olio minerale sintetico derivante da prodotti petroliferi”.

La Provincia di Pavia con “Altrimenti siamo…fritti!” si propone di  dare un decisivo contributo nella sensibilizzazione a comportamenti responsabili dei singoli e delle famiglie coinvolgendo le scuole. In questo progetto, infatti, saranno gli alunni a informare i genitori, i parenti, i conoscenti, degli effetti gravemente nocivi dell’olio esausto.

 

Il progetto, che prevede diversi momenti ludici e didattici, si concluderà il prossimo anno scolastico con la premiazione dei primi tre plessi o istituti che avranno raccolto la maggior quantità di olio e delle due classi che realizzeranno la mascotte con storia animata e lo slogan più significativi. Ai vincitori saranno assegnati premi in materiale didattico.

Una delegazione di 200 alunni scelti presso i primi 5 circoli e/o istituti comprensivi che a metà percorso del progetto avranno raccolto più olio, con i rispettivi docenti andranno in visita guidata presso un impianto di rigenerazione dell’olio esausto.

La mascotte con storia animata e lo slogan trasformati in materiale cartaceo saranno distribuite presso la cittadinanza interessata a partecipare attivamente alle azioni di riciclo degli oli vegetali.

Condividi