Amianto, accolta dall'Upl la richiesta della Provincia

La Provincia di Pavia sollecita l’avvio delle procedure per una revisione della pianificazione regionale in tema di amianto. La richiesta, sollevata dall’Assessore all’Ambiente Alberto Lasagna, è stata recepita ieri nel corso della riunione del Gruppo di Lavoro UPL Ambiente coordinato da Elena Maiocchi, assessore all’Ambiente – Provincia di Lodi. Grazie alla Provincia di Pavia sarà ora organizzato un incontro con l’Assessore all’Ambiente di Regione Lombardia, Daniele Belotti.

 

“Sono soddisfatto che le province lombarde – sottolinea il Presidente della Provincia di Pavia, sen. Daniele Bosoneabbiano accolto la richiesta sollecitata dall’assessore Lasagna di promuovere un incontro con l’Assessore regionale all’Ambiente Daniele Belotti –. Ad oggi l’unico programma regionale di settore approvato è il Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL). Noi chiediamo che ci sia una revisione di questo piano perché riteniamo che le province debbano avere un ruolo attivo nella definizione dei criteri e delle modalità di smaltimento dei rifiuti con amianto. Servono urgentemente nuove regole che, salvaguardando il principio dell’autosufficienza a livello provinciale e di una equa distribuzione dell’amianto da smaltire fra le diverse province, introducano quella programmazione pubblica che oggi manca totalmente”  I numerosi progetti di realizzazione di discariche monodedicate e di impianti di smaltimento per rifiuti contenenti amianto presentati in territorio pavese, con particolare riferimento alla discariche di Ferrera Erbognone, Gambolò e di Cava Manara, alla possibile bonifica del sito Fibronit in Broni per la realizzazione di un impianto sperimentale-innovativo d’inertizzazione termica comporterebbero per la provincia di Pavia un carico ambientale di oltre 2 milioni di m3 di cemento amianto da smaltire, ben oltre il 50% del totale lombardo e al di là dell’autosufficienza (fabbisogno provinciale pari a 300/350.000) e della quota di solidarietà per cui è disponibile. “La nostra provincia – ribadisce l’Assessore Lasagna - è chiamata ad un sacrificio ambientale eccessivo. Al gruppo di lavoro UPL i miei colleghi hanno capito che quanto sta accadendo in casa nostra potrebbe succedere anche nelle altre province lombarde e che occorre, in questo senso, sollecitare con urgenza Regione Lombardia. Le Province non devono subire passivamente scelte così delicate per un territorio “. L’incontro che si terrà con l’Assessore Daniele Belotti sarà coordinato dalle Province di Lodi e Pavia; vedrà anche la partecipazione di tecnici esperti individuati da Piazza Italia 

 

 

Condividi