Le Garzaie della Lomellina riaprono le porte al pubblico

L’Amministrazione Provinciale - Settore Faunistico Naturalistico - avvalendosi della collaborazione tecnica dello Studio naturalistico Emys, vi invita a visitare le meravigliose garzaie della Lomellina, luoghi di nidificazione di migliaia di Aironi. Domenica 13 aprile 2014 dalle ore 10,00 alle ore 17,00 sarà possibile visitare la Garzaia del Bosco Basso, nei Comuni di Breme e Sartirana Lomellina; durante la visita sarete guidati dagli esperti naturalisti dello Studio Emys, che da anni lavorano all’interno delle aree protette della Provincia di Pavia.

In passato, la Pianura Padana era caratterizzata da un ambiente paludoso, ricco di boschi umidi che fornivano un perfetto luogo di nidificazione per gli aironi, con l'avvento di nuove tecnologie agricole la maggior parte di questi territori subì pesanti opere di bonifica e prosciugamento, con la creazione di ampi spazi coltivabili. Oggi nella grande pianura lomellina rimangono pochi nuclei boschivi residuali posti sotto tutela a partire dagli anni’80 che rappresentano importanti zone di rifugio per numerose specie di mammiferi e microvertebrati e ideali aree di nidificazione per l’avifauna.

La Garzaie della Provincia di Pavia costituiscono importanti aree naturali ben conservate: vaste zone umide in cui lo sviluppo prevalente del canneto è favorito dalla presenza di numerose rogge e lanche poco profonde alimentate dalle limpide acque di fontanile. I canneti di tifa e cannuccia di palude sono alternati dalla presenza di nuclei sparsi di saliconi e rigogliosi boschi a prevalenza di ontano nero. Le caratteristiche di questi territori favoriscono l’insediamento di importanti colonie di aironi che in questi luoghi trovano l’habitat ideale per la riproduzione. A partire dagli anni settanta sono state regolarmente censite numerose coppie nidificanti di airone cenerino, nitticora, garzetta, sgarza ciuffetto ed airone guardabuoi.

Oggi il grande valore ambientale delle garzaie della Lomellina è stato riconosciuto a livello europeo, designandole Siti di Importanza Comunitaria e facendole così rientrare all’interno della Rete Natura 2000.

PER INFO E PRENOTAZIONI

Prenotazione consigliata, telefonando a Elena 347.7330414

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Web: www.studioemys.it

Condividi