Club di Prodotto, inizia la mappatura dei requisiti delle strutture ricettive

“Per vincere la sfida di Expo occorre verificare se la propria struttura recettiva offre servizi adeguati al mercato che intende conquistare”. L’Assessorato al Turismo della Provincia di Pavia, grazie alla collaborazione con Explora, la società che promuove il marketing turistico del turismo lombardo, sta inviando in questi giorni alle strutture ricettive, alle guide turistiche, alle agenzie di viaggio e alle associazioni  i requisiti ed il tariffario per candidarsi ai Club di Prodotto promossi da Explora.

 

“Il “club di prodotto” – spiega l’Assessore Emanuela Marchiafavaè uno strumento per selezionare le strutture in possesso delle caratteristiche specifiche richieste da determinati target di turisti. In questo modo ci si propone di fornire una offerta turistica declinata secondo la tipologia della domanda per facilitare il percorso di scelta del turista. Il turista cinese ha esigenze diverse rispetto all’americano, come pure la famiglia chiede servizi che spesso non interessano al turista appassionato di sport. Ecco, riuscire a fornire una fotografia della propria struttura come quella proprio adatta ad un segmento particolare di turismo è la strada per essere competitivi”.

Explora al momento ha individuato 35 linee di prodotto, raggruppate in macrocategorie. Vanno dai “City break Expo” con una serie di modelli d’accoglienza tarati per bacini di provenienza (arabi, cinesi, americani, indiani, ebrei, russi etc.) allo “Sport-outdoor”, ovvero proposte di cicloturismo, walking, mototurismo, golf, sci; e ancora “enogastronomia” (con proposte di wine experience e gourmet hotel); “Natura” (ospitalità rurale, agriturismi, percorsi nei parchi naturali), “Benessere” (con offerte di health&relax, e sistemazioni mirate per allergici e intolleranti); e infine la linea di prodotto dedicata al “Fascino”, vale a dire hotel di lusso, design&lifestyle hotel, romantic&charme hotel.

“ Il possesso di requisiti sarà vagliato da Explora. Possederli ed aderire ad un disciplinare,  permette di aderire al Club con i vantaggi che ne conseguono in termini di competitività e di rafforzamento della propria presenza sul mercato”, conclude Marchiafava.

Condividi