Pavia Calcio, Brendolise: “Occorre garantire un futuro solido alla squadra”

Sulla vicenda riguardante le future sorti del Pavia Calcio, interviene l'Assessore allo Sport della Provincia di Pavia Francesco Brendolise: “Sto seguendo con grande attenzione la vicenda Pavia Calcio, venuta alla luce in questi ultimi giorni, a seguito delle dichiarazioni in merito rilasciate agli organi di stampa locali e nazionali dall’attuale proprietà.

"La società azzurra - prosegue - rappresenta infatti un patrimonio sportivo della città, del territorio e di tutti i pavesi. Più di cento anni di storia, una passione trasversale che accomuna diverse generazioni. Questi i motivi per cui la Provincia di Pavia sta seguendo con attenzione questo delicato passaggio che, dai dettagli emersi negli ultimi giorni, rischia di mettere a repentaglio il futuro a breve termine della squadra”.

 

“Occorre una doverosa riflessione - prosegue l'Assessore - sulle capacità del tessuto provinciale pavese di supportare adeguatamente la società, garantendo un rilancio e un solido futuro alla squadra e al settore giovanile, uno dei più floridi d'Italia, che annovera al suo interno centinaia di bambini e ragazzi che quotidianamente crescono e si formano all'insegna dei principi del calcio e dello sport. Considerata infatti la sfavorevole situazione economica generale e la carenza di grandi realtà aziendali e industriali sul nostro territorio, e tenuto conto del fatto che le poche grandi aziende pavesi stanno già sostenendo altri sport che danno lustro alla città e alla provincia, proprio per non sottrarre preziose risorse alle altre discipline sportive, ritengo un'ipotesi da prendere in seria considerazione quella di allargare gli orizzonti, andando ad attrarre anche risorse economiche e capitali provenienti non necessariamente dal nostro territorio, la linfa vitale per poter garantire un futuro concreto alla società Pavia Calcio, come del resto lo sport professionistico di ultima generazione sta insegnando, anche ai più alti livelli. Il tutto con la partecipazione ed il coinvolgimento per quanto possibile anche di realtà economiche locali".

 

Francesco Brendolise conclude spiegando: “E' necessario che tutte le Istituzioni lavorino per uno stesso risultato, condividendo le strategie senza che nessuno pensi di sovrastare o prevaricare, poiché la coesione territoriale e istituzionale è il vero segreto per superare momenti di crisi, anche nel mondo dello sport. Nei giorni scorsi mi sono confrontato sulla vicenda Pavia Calcio anche con il Dott. Massimo Londrosi, autorevole personaggio di spicco nel mondo del calcio professionistico, già Direttore Sportivo del Pavia, pavese e autore proprio della rinascita azzurra nei primi anni duemila. Insieme abbiamo ipotizzato un serio e concreto percorso per il futuro del club pavese. L'auspicio è che l'attuale proprietà, che ringrazio per aver permesso in questi ultimi anni alla squadra di continuare l'attività sportiva, agevoli il più possibile il processo di rilancio e di rinnovo della compagine societaria, senza il quale non è possibile immaginare un futuro per il calcio professionistico nella nostra città”.


Condividi