Provincia, il Turismo “sbarca” su Facebook

180 amici, 143 “Ne parlano” e 272 “Mi piace”… Sono questi i primissimi numeri della nuova pagina Facebook “Turismo Provincia di Pavia”, la pagina ufficiale dell’Assessorato al Turismo che è sbarcata sul celeberrimo social dall’inizio dell’anno. “Dopo questi primi giorni dal debutto, vogliamo raggiungere e coinvolgere nelle nostre iniziative – spiega l’assessore Emanuela Marchiafava – più gente possibile.

Questa pagina Facebook è uno strumento ulteriore per promuovere iniziative realizzate, oltre che dalla Provincia, anche dai Comuni e dalle Pro Loco del territorio. Solo qualche anno fa il potenziale di Facebook per fare promozione era tutt'altro che chiaro: sul social network non si faceva molto altro che chiacchierare, curiosare, giocare... Ma ad oggi la situazione è cambiata e Facebook si è rivelato il principale social network a livello globale, con un pubblico di ogni età e provenienza: un ottimo canale di comunicazione ”.

La pagina Facebook Turismo Provincia di Pavia, all'indirizzo www.facebook.com/turismoprovinciapavia, intende diventare un volàno per tutte le iniziative programmate sul territorio provinciale dai vari soggetti pubblici che operano in ambito turistico, culturale, artistico ed enogastronomico. Con questa iniziativa, l’Assessorato al Turismo della provincia intende collegare una rete di persone ed i soggetti pubblici in grado di raccontare il territorio e proporre vere e proprie esperienze. Condividere è infatti la parola d’ordine di Facebook che, se ben praticata, può stimolare nuovi contatti e sinergie”.

“Infine, un suggerimento che mi sento di dare a tutti i soggetti privati che operano in ambito turistico – conclude l’assessore Marchiafava – è quello di sfruttare bene la piattaforma gratuita di Facebook, creando un proprio profilo aziendale per comunicare con la clientela, proporre offerte o escursioni, raccontare la vita che gira intorno all’azienda e incentivare i clienti a commentare, postare foto o quant’altro in modo che siano loro, i clienti, i migliori testimonial”.

Condividi