La Provincia di Pavia ha aderito all'iniziativa “Credito InCassa” di Finlombarda

“Credito InCassa” è una misura di Regione Lombardia, finalizzata allo smobilizzo dei crediti scaduti vantati dalle imprese lombarde nei confronti degli Enti Locali (Comuni, Unioni di Comuni e Province). La misura viene realizzata attraverso la cessione dei crediti certificati alle società di factoring convenzionate con Finlombarda. “Attraverso questa iniziativa, che darà spazio a nuovi investimenti – sottolinea Daniele Bosone, Presidente della Provincia di Pavia – anche le imprese del nostro territorio potranno cedere alle società di factoring il proprio credito scaduto ricavandone in cambio liquidità, praticamente ossigeno puro in tempo di crisi. La Regione garantirà i successivi pagamenti e ridurrà gli oneri finanziari connessi alla compravendita del credito”.

 

Il risultato netto?

“Si traduce in un miliardo di euro a disposizione delle imprese – precisa Bosone -  I requisiti per richiedere il finanziamento sono un credito scaduto e certificato, da un minimo di 10 mila a un massimo di un milione e trecentomila euro ed il ritorno stimato sul tessuto produttivo lombardo sarà quantificato in un punto abbondante di Pil”.

Credito InCassa si rivolge a tutte le imprese lombarde (micro, piccole, medie e grandi)  singole in qualunque forma costituite, con sede legale o operativa in Lombardia, appartenenti a tutti i settori, che abbiano crediti scaduti o che saranno scaduti - durante il periodo di durata della misura - alla data di presentazione della domanda  di accesso all’intervento.

“Si è scelta una soglia di livello minimo del credito estremamente basso, appena 10mila euro, proprio per venire incontro alle necessità delle piccole imprese e alle micro imprese, che sono la spina dorsale del nostro tessuto produttivo e che – conclude Daniele Bosone - anche in provincia di Pavia, occupano migliaia di addetti”.

L’iniziativa “Credito In-cassa”, secondo la modalità di adesione della Provincia, prevede, in sintesi, per le imprese:


• di cedere pro soluto i propri crediti per spese in conto capitale, certificati, e maturati anche dopo il 31 dicembre 2012; il pagamento di interessi agevolati alle società di factoring, calcolati applicando un tasso Euribor a 6 mesi incrementato di uno spread su base annua non superiore a 325 bps, grazie al contributo abbattimento oneri  di Regione Lombardia ed alla garanzia di Finlombarda;

Le cessioni dovranno riguardare importi complessivi  non inferiori a 10.000,00 Euro e non superiori a 1.300.000 Euro per i capoluoghi di provincia. Tale limite superiore arriva a 1.500.000 per i capoluoghi di provincia nel caso l’impresa assuma un impegno specifico a liquidare entro 30 giorni i propri sub-fornitori.

La durata dell’iniziativa è prevista fino al 31 luglio 2018 e comunque fino all’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

La certificazione dei crediti certi, liquidi ed esigibili da parte della Provincia deve avvenire sulla piattaforma per la certificazione dei crediti del MEF (http://certificazionecrediti.mef.gov.it).

A tale fine si suggerisce alle imprese di richiedere al MEF le credenziali di accesso per l’utilizzo della piattaforma.

Per ulteriori informazioni:

Info: www.finlombarda.it/creditoincassa

Provincia di Pavia - Settore Economico Finanziario

Dirigente Federica Annovazzi, Piazza Italia 2 - tel. 0382/597255

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Condividi