Salice Terme: ecco i numeri dello IAT nel primo semestre 2013

I contatti gestiti dall’Ufficio I.A.T. durante i primi 6 mesi del 2013 sono stati 2.024. I visitatori che si sono recati in Ufficio sono stati suddivisi in due categorie: italiani: 1.531 e stranieri: 220. Tipologia dell’utenza che ha avuto contatti con l’ufficio I.A.T. (visitatori e telefonate): 45 % singolo individuo, 25 % coppie, 25 % famiglie, 5 % gruppi di turisti (3 o più persone non legate da vincoli familiari).

 

Età dell’utenza che ha avuto contatti con l’ufficio I.A.T.:

52 % adulti (dai 30 ai 65 anni)

25 % anziani (oltre i 65 anni)

23 % giovani (dai 14 ai 29 anni)

Da tutti i conteggi sono escluse le visite in ingresso o al telefono non di carattere prettamente turistico/culturale.

Ma qual’è la provenienza dei turisti?"

Durante la settimana – spiega l’Assessore al Turismo della Provincia di Pavia, Eleonora Marchiafava - l’afflusso turistico più consistente arriva dalla regione Lombardia e dal Piemonte, in particolare dai residenti delle province di Pavia e quelle limitrofe o vicine di Alessandria, Milano, Bergamo, Brescia, Vercelli, Torino. Buona anche la presenza di genovesi. Per quanto riguarda turisti italiani provenienti da altre regioni – prosegue l’assessore – soprattutto dalle zone del Centro Italia e dal Sud, é da segnalare un tradizionale afflusso di pugliesi e sardi. Appare invece limitata la presenza di turisti stranieri, per lo più provenienti dalla Germania, dalla Svizzera, da Francia, Stati Uniti ed Argentina”.

Nello specifico:

Provenienza italiana dell’utenza I.A.T.:

48 % Lombardia

32 % Nord Italia (esclusa la Lombardia)

10 % Centro Italia

10 % Sud Italia e isole

Le regioni del Nord Italia (esclusa la Lombardia) che hanno registrato una maggiore affluenza sono:

1° Piemonte

2° Liguria

“Le presenze turistiche a Salice – ricorda Emanuela Marchiafava - sono collegate in gran parte al termalismo. L’acqua e i fanghi per le cure idroterapiche richiamano molte persone che utilizzano queste medicine naturali.  Inoltre, in provincia di Pavia al concetto di termalismo è legato l'ideale collettivo del benessere: queste sono le nostre terme, dove a ogni tipo d'acqua, la sulfurea, la salina, la ferruginosa o la bituminosa, corrisponde una specifica azione che oggi, grazie alle nuove tecniche e alle conoscenze scientifiche acquisite si fa sempre più mirata e soddisfacente. E che, fortunatamente per l’economia del nostro territorio, è sempre una fonte di richiamo turistico”

Provenienza estera dell’utenza I.A.T.:

24 % Francia

40 % Germania

10 % Svizzera

12 % Est e Nord Europa

14 % Resto del mondo

N.B. I dati riportati riguardano i servizi di accoglienza provinciali (gli uffici IAT) in quanto non tutti i turisti si sono rivolti alla nostra struttura (statisticamente chi si rivolge alla struttura è una minoranza).

Condividi