50 studenti Erasmus visitano l'Oltrepo grazie alla Provincia di Pavia

Nei giorni scorsi  il gruppo ESN (Erasmus Student Network) , formato da più di 50 ragazzi Erasmus e da una decina di membri dell'associazione, è andato in giornata alla scoperta dell'Oltrepò, grazie anche al sostegno della Provincia di Pavia che ha messo a disposizione un pullman. ESN è un'associazione europea di volontario, il cui scopo principale è facilitare l'integrazione degli studenti che aderiscono ai progetti di mobilità.

ST.E.P. ESN Pavia, fondata nel 1992, già da svariati anni oltre a facilitare l'integrazione degli studenti che arrivano a studiare a Pavia tra loro e con gli studenti italiani, da un ampio valore al territorio locale provinciale, e cercando di far conoscere quanto più possibile della Provincia di Pavia agli studenti stranieri. “Far conoscere ai ragazzi stranieri una parte del nostro territorio che, altrimenti, sarebbe rimasta loro nascosta è anche  un modo per aiutarli a creare un legame con la nostra cultura e le nostre tradizioni. Un legame grazie al quale il nome della nostra provincia sarà portato nel mondo - commenta Michele Bozzano, Assessore al Territorio e alla Mobilità della Provincia di Pavia -. Sono contento di aver contribuito a questa occasione di scambio interculturale che i ragazzi, tra l’altro, hanno molto apprezzato;  mi auguro in futuro di poter ripetere questa iniziativa”. "Sono felice che anche quest'anno l'Amministrazione sia riuscita a organizzare questa iniziativa. Fare conoscere la nostra Provincia a studenti di tutta Europa significa offrire a loro un' opportunità di maggiore conoscenza del territorio che li ospita, e che difficilmente avrebbero diversamente – aggiunge il consigliere Giacomo Galazzo - . Ed è anche un momento importante di promozione territoriale. Davvero un' ottima cosa, speriamo di continuare su questa strada. Dobbiamo fare tutto il possibile perché la loro esperienza a Pavia sia indimenticabile: e chissà che un domani non tornino a trovarci!".

La prima tappa del tour tra le colline oltre padane è stata Fortunago, uno dei borghi più belli d'Italia: qui i ragazzi hanno avuto modo di fare una visita accompagnati da una guida d'eccezione, il signor Paolo Ammadeo Presidente della Proloco di Fortunago. Gli studenti si sono poi  spostati verso Montalto Pavese, dove hanno avuto modo di visitare la cantina Ca Del Gè: Sara, a capo dell’attività vinicola a conduzione familiare, ha spiegato come si fa a lavorare e  conservare il vino e poi ha mostrato le cantine. I Ragazzi hanno apprezzato molto, come si è anche visto dai numerosi acquisti di vino che sono stati fatti. Dopo la visita, a gruppo è stato offerto un ottimo aperitivo con degli assaggi di vino. Verso le sette il gruppo si  è raccolto per tornare a Pavia, di sicuro arricchito da un'esperienza che pochi stranieri hanno la possibilità di fare quando vengono a visitare Pavia.

Condividi