Dalla “vecchia Europa” agli Stati Uniti, 17 tour operator alla scoperta di Pavia e della sua provincia

Diciassette tour operator provenienti da Stati Uniti, Russia, Polonia, Belgio, Ungheria, Lettonia, Norvegia e Italia visiteranno questo fine settimana Pavia, Certosa e l’Oltrepò. L’importante progetto, affidato allo IAT di Pavia, vede la collaborazione della Provincia di Pavia, del Comune e della Camera di Commercio, ed ha lo scopo di illustrare ai tour operator le potenzialità del territorio provinciale dal punto di vista storico, culturale, artistico, ambientale ed enogastronomico.

 

“Nel mercato del turismo – spiega l’Assessore al Turismo della Provincia di Pavia, Emanuela Marchiafava – è fondamentale accogliere i tour operator che preparano pacchetti completi da offrire sul mercato estero. L’operatore turistico dovrà anzitutto porre particolare attenzione alle caratteristiche ed alle esigenze del segmento di mercato prescelto e, poiché non si tratta di ricalcare un itinerario di rito ma di creare un prodotto nuovo, è necessaria un’adeguata capacità creativa. Occorre soprattutto ricercare ed interpretare con gusto ed interesse le risorse che vengono proposte da una certa area e località – conclude l’Assessore Marchiafava - e con questo breve soggiorno intendiamo presentare al meglio a questi importanti tour operator il nostro territorio”.

Infatti, uno degli obiettivi prioritari, strettamente collegato a quelli relativi alla valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze, è certamente rappresentato dalla costante attenzione nei confronti delle attività di promozione turistica, come in questa importante occasione.

Ecco il programma proposto ai diciassette tour operator:

Sabato 28 settembre: Arrivo a Pavia, saluti e illustrazione del programma di visita presso lo I.A.T. in piazza della Vittoria; cena in ristorante tipico
 
Domenica 29 settembre: Visita al monastero della Certosa; visita ad una cantina in Oltrepò; pranzo in agriturismo. Ritorno a Pavia e visita guidata alla città. Cena in ristorante tipico.

Condividi