La pista ciclabile Venezia-Torino diventa d’interesse nazionale

All’incontro, organizzato presso l’Aula Magna del Politecnico di Milano, hanno partecipato per la Provincia di Pavia gli assessori Francesco Brendolise ed Emanuela Marchiafava, oltre ai rappresentanti dei sette comuni capoluogo e delle sette province che hanno aderito al progetto, di quattro enti (Autorità di Bacino del fiume Po, ANCI, Federparchi e parco del Po/Regione Piemonte) e delle otto associazioni di scala nazionale (TCI, WWF, FAI, LIPU, CAI, SlowFood, FCI, FIAB).

 

Da questo incontro – sottolinea l’assessore Brendolise - è emersa chiara la convergenza di tutti nel domandare al governo di impegnarsi a costruire le condizioni di attuazione e a realizzare la dorsale cicloturistica VENTO. Sicuramente la presenza di un esponente di primo piano del governo è già di per sé un attestato di interesse unico per il progetto e per tutti coloro che vi hanno aderito”.

Il Ministro Massimo Bray ha apprezzato l'iniziativa e si à detto pronto ad impegnarsi per mobilitare il governo in questo progetto che egli stesso ha definito esemplare per la sua capacità di far fare sistema alle amministrazioni, per mettere in moto nuovi posti di lavoro e per promuoversi al Paese come esempio concreto di un nuovo modello di sviluppo, ovviamente sostenibile.

Il nostro auspicio à quindi nel vedere presto che tale attenzione si trasformi in un concreto atto di inizio della realizzazione del progetto, che da interregionale sta diventando d’interesse nazionale – ha precisato l’assessore Marchiafava - Inutile dire che per tutti noi si apre una stagione di forte impegno per abbracciare un'idea di sviluppo sul territorio che punti in alto, superando i localismi e le frammentazioni”.

Il Ministro ha particolarmente apprezzato la dimensione nazionale che molti hanno ricordato e l'idea di rete e sistema che a sua volta richiede una visione unitaria e capace di superare i confini troppo stretti dettati dalle competenze amministrative.

Il Politecnico di Milano, come è stato detto durante la riunione, studierà una formula aggregante capace di divenire possibile motore per attuare il progetto nell'interesse di tutti i territori e di tutte le società attraversate.

Maggiori Info:

www.progetto.vento.polimi.it

Condividi