La Provincia per l'assunzione di persone disabili

L'Assessore Brendolise e, a sinistra, il rappresentante della DTL GardinaSono oltre 300 le aziende della provincia di Pavia che non ottemperano agli obblighi della Legge 68/99 in materia di assunzione di persone disabili. A questa situazione la Provincia di Pavia, tramite l’Assessore alle Politiche Sociali, Francesco Brendolise, e la Direzione Territoriale del Lavoro di Pavia, intendono porre rimedio attraverso azioni di sensibilizzazione, oltre che sanzionatorie, nei confronti delle aziende (non in stato di crisi) che non si conformeranno alla normativa vigente.

 

Provincia di Pavia e Direzione Territoriale del Lavoro di Pavia nella giornata del 13 gennaio hanno sottoscritto un protocollo che impegna le parti per uno scambio continuo e strutturato delle informazioni relative alla realizzazione del “diritto al lavoro dei disabili” sul territorio provinciale, in particolar modo:

la Provincia di Pavia, sulla base dei dati risultanti dal proprio Sistema Informativo e/o di altra documentazione acquisita dal Servizio Collocamento Mirato, darà avvio, nei casi di inosservanza delle norme di legge,  ad una formale segnalazione alla Direzione Territoriale del Lavoro;

la Direzione Territoriale del Lavoro darà corso, con le proprie modalità,  alle opportune verifiche , ne comunicherà l’esito e le eventuali sanzioni amministrative applicate.

Saranno inoltre definiti momenti di verifica comuni  sui risultati delle azioni intraprese e stabilite forme di monitoraggio in itinere.

Il Protocollo ha durata di un anno dalla sottoscrizione e si intende tacitamente rinnovato salvo disdetta di una delle parti.

Condividi