Centri commerciali, la Provincia propone misure restrittive

“Abbiamo presentato a Regione Lombardia - illustra Emanuela Marchiafava, Assessore alle Politiche per lo sviluppo economico della Provincia di Pavia - le nostre osservazioni in merito al Progetto di Legge 38 per rendere più incisiva l’azione della moratoria e per tutelare l’attuale rete commerciale del territorio provinciale, composta anche da piccoli e medi esercenti. Le osservazioni della Provincia di Pavia sono state depositate alla Commissione Consiliare IV “Attività Produttive e Occupazione”, presieduta da Angelo Ciocca, a seguito dell’audizione dello scorso 4 giugno, in occasione della quale è stato presentato il Progetto di Legge relativo alla moratoria per i centri commerciali.

 

Come Provincia di Pavia abbiamo proposto tre modifiche al progetto di legge: innanzitutto l’estensione, da sei mesi ad un anno, della moratoria all’apertura di nuove strutture commerciali.

Secondariamente, abbiamo proposto una moratoria - non solo alle nuove domande di aperture, come attualmente prevede il progetto di legge - ma anche e soprattutto alle domande di autorizzazione in itinere.

Terza proposta che abbiamo presentato a Regione Lombardia è la modifica dell’articolo 7, comma 2: nella parte in cui, con riferimento alla proroga della validità dell’autorizzazione, l’articolo in questione recita “per il periodo strettamente necessario alla conclusione delle opere edilizie”, abbiamo chiesto che venga aggiunta anche la postilla “e comunque non oltre due anni”.

Condividi