Giovani protagonisti in rete

Aiutare i giovani a stare meglio nel loro contesto, prevenire possibili situazioni di disagio, cercare di scoraggiare il fenomeno della dispersione scolastica: questi i principali obiettivi del progetto Giovani protagonisti in rete promosso dalla Provincia di Pavia – Assessorato alle Politiche per la Scuola e Giovani, in collaborazione con U.N.A.R. (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), Prefettura di Pavia, Questura di Pavia, Ufficio Scolastico provinciale, Università degli Studi di Pavia e U.N.I.C.E.F.  L’iniziativa sarà illustrata lunedì 3 giugno, alle ore 17,  presso la Sala “C. Barbieri” della Provincia di Pavia.

Il progetto sarà illustrato dalla professoressa Maria Assunta Zanetti. Sono previsti gli interventi di Don Franco Tassone; Donatella Penna, Presidente Unicef; Lorenzo Riccobono, Presidente Consulta degli Studenti.

 

I lavori, che saranno introdotti dal Vice Presidente della Provincia di Pavia Milena D’Imperio, vedranno la partecipazione dei rappresentanti delle Istituzioni che partecipano al partenariato: Daniele Bosone, Presidente della Provincia di Pavia; Peg Strano, Prefetto di Pavia; Ivana Petricca, Questore di Pavia; Giuseppe Bonelli, Dirigente Ufficio Scolastico Regionale e Angiolino Stella, Rettore Università Pavia.

 

“Il progetto – spiega l’Assessore Milena D’Imperio – si rivolge ai ragazzi tra i 14 e 18 anni e si compone di un ventaglio di azioni educative volte a sostenere i giovani nel faticoso percorso di crescita e di ricerca identitaria. La politica giovanile mira, innanzitutto, a favorire lo sviluppo di un pensiero critico consapevole, a migliorare capacità di relazione sia tra pari che con gli adulti, a stimolare l’autonomia personale e l’impegno sociale.  Sono coinvolte diverse agenzie del territorio con le quali abbiamo costruito una rete a supporto degli adolescenti: il Tavolo Partenariale, promosso dalla Provincia di Pavia e costituito lo scorso anno, in coincidenza con la giornata dei “Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”. Le strategie ed i contenuti dell’ iniziativa - espressione della condivisione espressa da tutti i soggetti che hanno aderito alla rete - saranno diffusi nel territorio provinciale, grazie al concorso dei Comuni che faranno sinergia con il Tavolo. Ritengo importante che i giovani percepiscano di essere oggetto di attenzione da parte di una rete sociale e istituzionale che si mostra sensibile al complicato momento dell’adolescenza”.

 

Condividi

Allegati:
Scarica questo file (INVITO def2.pdf)INVITO def2.pdf[ ]583 kB