Le terme pavesi si presentano ai buyers italiani e stranieri

Regione Lombardia, nel contesto del Progetto Interregionale "Terme d'Italia" organizza un’iniziativa dedicata alla promozione dell'offerta turistica termale lombarda. Oltre ad un educational tour, e ad una nuova brochure che sarà presto pubblicata, il 17 Aprile sarà organizzato un workshop a Milano alla presenza di circa 25 buyers provenienti dall'Italia  e dai seguenti Paesi europei: Germania, Austria, Belgio, Olanda Francia, Polonia e Repubblica Ceca. Al workshop potranno partecipare le sedi termali a prevalenza medicale ed anche le strutture ricettive dove insistono le terme con minimo 3 stelle e la possibilità di offrire convenzioni con i centri termali. Il numero massimo degli operatori lombardi ammessi al workshop sarà di 50: a parità di possesso dei requisiti, verranno selezionati gli operatori in base all'ordine cronologico di arrivo della domanda. L'iscrizione al workshop è gratuita.

Gli operatori potranno accreditarsi compilando il company profile che si trova al seguente link:  www.surveymonkey.com/s/RHKNZH8

"Anche gli stabilimenti termali presenti nel nostro territorio, come Miradolo, Rivanazzano, le Terme di Salice e le Terme President parteciperanno a questo importante ed utile workshop - ha commentato l'assessore al Turismo della Provincia di Pavia, Emanuela Marchiafava - E' necessario operare un salto di qualità, lavorando in squadra, istituzioni e imprese, per attuare un modello termale che esaudisca nuove richieste"

Tra gli obiettivi dell’iniziativa vi è la valorizzazione del territorio attraverso lo sviluppo di attività terziarie; segmenti innovativi di offerta; fidelizzazione dei turisti termali; destagionalizzazione dei flussi.

Le termeha sottolineato l’assessore Marchiafava - hanno grande importanza per il nostro territorio in quanto siamo l’unica provincia della Lombardia ad avere sul proprio territorio ben quattro stabilimenti termali. Il termalismo costituisce una risorsa importante sia in termini di promozione turistica che di sviluppo economico per le realtà circostanti. Devono quindi costituire il fiore all’occhiello della politica turistica delle amministrazioni pubbliche”.

Il progetto “Terme d’Italia” prevede la creazione di una rete regionale dei siti termali, l'attivazione di un sistema integrato di strutture turistico-ricettive collegate all'offerta termale ed un incremento delle prestazioni termali.

Condividi