Polizia Provinciale, resoconto attività anno 2012

 La Polizia Provinciale presenta il resoconto dell’attività 2012. Dai dati emerge il raddoppio, rispetto al 2011, del numero di persone denunciate e di armi sequestrate. Soddisfatto l’Assessore alla Sicurezza, Francesco Brendolise.

 

 

 

"Un momento qualificante di questa amministrazione è stata la definizione di un Corpo che prima non esisteva e il cui lavoro sta dando importanti risultati”, dice Brendolise. Decisamente importanti le attività in materia venatoria a controllo di un territorio sul quale si riversano ogni anno 10mila cacciatori, molti dei quali provenienti da fuori provincia.

 La Polizia Provincialeè formata da 8 agenti, 2 ufficiali e 1 comandante. Il loro lavoro di un anno si riassume in: 57 notizie di reato (30 nel  2011), 65 persone denunciate contro le 33 dell’anno precedente, 133 verbali amministrativi con l’accertamento di circa 300 sanzioni; 62 armi sequestrate ( 31 nel 2011), 42 sequestri , 148 animali recuperati ( 51 nel 2011) e 201 sopralluoghi.

 I reati maggiormente accertati riguardano l’abbattimento di specie protette, la caccia con mezzi vietati , la detenzione abusiva di armi e munizioni, l’omessa custodia delle armi.

 Nel 2012 sono stati sequestrati 62 fucili, 2221 cartucce, 22 richiami acustici e500 gdi polvere da sparo.

 Nell’ambito delle operazioni di contenimento della fauna selvatica sono stati abbattuti 47 cinghiali con la successiva distribuzione di Kg 815 di carne alle mense del povere di Pavia, Voghera e Belgioioso.

 

Condividi