Rischio idrogeologico, con la pulizia degli alvei condizioni di maggiore sicurezza

Il maltempo di questo fine settimana ha tenuto impegnata la Protezione Civile in una azione di controllo e di monitoraggio del territorio. Particolare attenzione è stata dedicata all’Oltrepò per i possibili rischi di dissesto idrogeologico. La pioggia battente ha infatti fatto innalzare velocemente il livello dei torrenti che però hanno ben tenuto grazie anche al lavoro di pulizia degli alvei che nei mesi scorsi ha interessato in modo particolare lo Staffora e il Cavo Lagozzo.

 

 

Nella consapevolezza che va mantenuta sempre alta la vigilanza sull’intero Oltrepò, soddisfazione viene oggi espressa dal Presidente della Provincia di Pavia Daniele Bosone per il buon lavoro di monitoraggio e prevenzione fino ad ora eseguito dalla Cabina di Regia sul Dissesto idrogeologico. “Enti locali e forze istituzionali si stanno ben confrontando per contenere il più possibile i rischi alluvionali, ma è importante non abbassare la guardia”, dice.

Partecipano alla Cabina di Regia Provincia di Pavia, Prefettura, Autorità di Bacino, AIPO, STER, ERSAF, Comunità Montana dell’Oltrepo Pavese, Organizzazioni Agricole ed una rappresentanza degli enti locali interessati

E’ dal mese di luglio che il Consorzio Forestale lavora alla pulizia dello Staffora e del Cavo Lagozzo con risultati sorprendenti. Oltre al lavoro di rimozione dei tronchi d’albero che si erano ammassati contro i ponti e che con lo scorrere del tempo sono stati causa del cambiamento del corso del torrente, gli operatori hanno rinvenuto anche ingenti quantitativi di rifiuti altamente inquinanti.

Condividi