Patto per il territorio

Confindustria Pavia e Banca Popolare Commercio e Industria hanno presentato nei giorni scorsi il “Patto per il territorio pavese” che mette a disposizione delle imprese iscritte alla Camera di Commercio di Pavia un plafond di venti milioni di Euro a condizioni competitive. Aperta ad agosto, l’operazione si concluderà il 31 dicembre ma, a tutt’oggi, solo cinque dei venti milioni sono stati assegnati a proposte d’investimenti aziendali.

“Il “Patto per il territorio” – ha detto nel suo intervento l’Assessore Marchiafava –supporta le aziende nella realizzazione di programmi innovativi e di crescita (compresi progetti di reti di imprese e di internazionalizzazione), potenzialmente in grado di creare occupazione e riqualificazione del personale, oppure contribuendo a far fronte alle esigenze di incremento di circolante e di equilibrio della struttura patrimoniale e finanziaria.

“Più che per una causa – ha ribadito l’Assessore Marchiafava - preferiamo batterci per un effetto. Sempre. E il Patto per il territorio si presenta come uno strumento davvero in grado di produrre un effetto rilevante, capace di supportare quel “sistema territoriale” di cui il nostro territorio ha scontato per anni l’assenza. Questo sistema, infatti, ora si sta organizzando, e prova ne sia, il Tavolo per lo sviluppo economico tenuto dalla Provincia di Pavia con l’intento – e la pratica da oltre un anno - di consolidarsi focalizzando le risorse attorno ad obiettivi condivisi proprio dai soggetti più presenti e forti, che si impegnano in sincrono per sostenere l’economia pavese.”

Condividi