Spending review, la Provincia a fianco dei piccoli Comuni

Con il decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, intitolato «Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini», c.d. spending review, sono state introdotte anche  importanti innovazioni in tema di esercizio associato delle funzioni da parte dei comuni. In risposta a questo Provincia e Università hanno deciso di avviare un progetto di ricerca che, partendo da interviste ai Comuni,  forniranno un supporto ai paesi fino a 5mila abitanti per suggerire loro come ottimizzare i servizi in cogestione.

 

  «Nell’ambito delle nostre funzioni di programmazione di area vasta, — spiega l’assessore al Territorio, Michele Bozzano — la Provincia di Pavia intende facilitare un percorso di condivisone con il territorio. Dopo aver ricevuto richieste da molti Comuni coinvolti, abbiamo attivato una collaborazione con uno spin off dell’Università di Pavia per aiutare i Comuni sotto i 5mila abitanti che entro il 31 dicembre devono già aggregare almeno 3 servizi, in base alle normative della spending review».

Il progetto prevede, nella sua prima fase, una capillare attività volta ad informare tutti sul DL 95/2012 ed a raccogliere attraverso una intervista conoscitiva al Sindaco, informazioni dettagliate per ogni Amministrazione Comunale sullo stato dell’arte e sulle attese delle modalità di esercizio associato delle funzioni e dei servizi comunali”.

Coinvolti nel progetto 147 Comuni sotto i 5mila abitanti, più i 17 della Comunità montana sotto i 3mila abitanti. In totale 164 sui 190 Comuni totali della provincia.

«Terminato questo lavoro di monitoraggio — conclude  l’Assessore Bozzano — i Comuni nel 2013 dovranno proseguire nell’aggregazione dei servizi decisi dalla normativa nazionale. Per questa ulteriore fase metteremo a disposizione in Provincia uno sportello a supporto degli enti locali».

 

 

Condividi