Programma Leonardo

Nell’ambito del Programma comunitario di Apprendimento permanente – sotto programma Leonardo, la Provincia di Pavia in partenariato con Associazione Porta Nuova Europa, Università di Pavia e PaviaSviluppo, mette a disposizione 100 tirocini di 13 settimane, rivolti a neodiplomati, neolaureati, disoccupati e lavoratori “precari”, tra i 18 e i 40 anni, provenienti dall’intero territorio provinciale, presso un’impresa situata in Francia, Regno Unito, Irlanda, Spagna e Germania.

 

I tirocini si riferiscono alle macro aree:

  • Alberghiero, di ristorazione e catering
  • Viaggi, turismo e tempo libero
  • Marketing e pubblicità / comunicazione
  • Gestione e amministrazione / Economia / Economia e amministrazione
  • Agricoltura, silvicoltura e pesca

 

 “Il programma Leonardo - precisa l’Assessore alla Formazione Emanuela Marchiafava – si rivolge ai giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni. E’ aperta la selezione per l’assegnazione delle prime 43 borse (11 presso il Regno Unito, 10 in Irlanda, 13 in Francia, 9 in Spagna ). L’importo della borsa comprende le spese per l’alloggio, il viaggio, oltre ad un contributo per le spese di vitto e, per la sola Irlanda, per le spese di trasporto.

L'obiettivo è quello di fornire ai beneficiari, mediante lo strumento della mobilità transnazionale, l'opportunità di svolgere un periodo di formazione presso un'impresa di un altro paese europeo per acquisire e sviluppare competenze professionali e linguistiche, tali da favorire l'occupabilità e facilitare l'accesso alle opportunità lavorative. Grazie al progetto Leonardo sul mercato del lavoro della Provincia di Pavia si renderanno, quindi, disponibili a breve, profili professionali più completi.”

 

 La domanda di partecipazione è in rete all’indirizzo www.provincia.pv.it/leonardo sul sito istituzionale della Provincia di Pavia.

“Il programma comunitario Leonardo – dichiara il consigliere Giacomo Galazzo che ha collaborato direttamente al suo iter – rappresenta un successo importante dell’Amministrazione e dà la misura di come la buona politica sia utile a creare opportunità concrete e a facilitare attraverso una esperienza formativa l’ingresso dei giovani sul mercato del lavoro, specie in questa fase di grave crisi”.

Anche l’Università di Pavia esprime la propria soddisfazione. “Il programma Leonardo – dichiarano infatti i rappresentati del COR – si inserisce tra le attività di internazionalizzazione promosse dall’Ateneo Pavese. La collaborazione con la Provincia, quale ente capofila del progetto, rappresenta un tassello interessante che unisce le visioni di mobilità transnazionale con le politiche fatte per i cittadini”.

“Il programma Leonardo guarda all’Expo – sostiene il consigliere Emanuele Corsico Piccolini responsabile per la Provincia delle politiche comunitarie - e rappresenta una interessante declinazione delle politiche di cooperazione europea”.

 “Sono proprio le politiche di cooperazione – conclude l’Assessore Marchiafava -  insieme alla mobilità tra i sistemi di istruzione e formazione a rappresentare una carta vincente per realizzare non solo uno sviluppo economico sostenibile, ma anche nuovi posti di lavoro qualificati, in un clima di coesione sociale e transnazionale.”

Condividi