Polizia Provinciale, sequestrati 15 fucili

13 denunce penali e 12 verbali amministrativi. E’ questo il bilancio dell’attività di questi giorni da parte della Polizia Provinciale che ha portato, tra l’altro, al sequestro di 15 fucili e di altrettanti richiami non autorizzati.Tra le azioni spicca la denuncia per porto abusivo d’armi nei confronti di un pregiudicato, residente a Lecco, scovato nelle campagne lomelline mentre cacciava senza essere in possesso di regolare licenza.

 

Le altre denunce sono scattate per abbattimenti di specie protetta, utilizzo di richiami acustici vietati e maltrattamento di animali. Caso, quest’ultimo, che ha interessato nel Pavese e in Lomellina due cacciatori bresciani per mutilazioni ad allodole

Continua dunque con forte attenzione il lavoro di controllo e prevenzione da parte del Corpo di Polizia finalizzato a reprimere casi di abusivismo e a tutela di chi, invece, esercita con rispetto delle norme l’esercizio della caccia. Oltre a preoccupare il dato relativo all’uso di armi non regolarmente denunciate si registra anche un aumento, da parte dei bracconieri, dell’utilizzo di richiami illeciti. Reato, questo, per il quale è previsto il sequestro delle armi, della fauna illecitamente catturata o abbattuta e dei mezzi di caccia.

Condividi