La Festa del Teatro in biblioteca

La Provincia di Pavia-Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali, in continuità con gli anni precedenti e con quanto si svolge a livello nazionale negli stessi giorni, organizza quest’anno una nuova interpretazione della Festa del Teatro. Quest’anno infatti la tre giorni dedicata alla promozione dello spettacolo dal vivo ha come protagonista la biblioteca civica, o meglio tre biblioteche del nostro territorio – Bressana Bottarone, Rivanazzano Terme e Varzi – che, sollecitate dal Laboratorio di Formazione Teatrale Motoperpetuo, ospiteranno tre giorni di letture sceniche e recital di testi legati al nostro territorio.

 

«Perché la biblioteca? Anzitutto – spiega l’Assessore ai Beni e alle Attività Culturali Milena D’Imperio – perché la biblioteca riveste un ruolo centrale nell’attività storicamente delegata alla Provincia, che, infatti, sulla base della L.R. 81/85, coordina l’attività e lo sviluppo dei Sistemi Bibliotecari Intercomunali. Grazie a questo osservatorio è possibile affermare che la biblioteca continui ad essere uno degli spazi privilegiati in cui è possibile sviluppare e approfondire percorsi culturali, formativi e informativi. Non solo: la biblioteca è uno spazio libero e aperto a tutta la comunità, in cui le relazioni tra le persone possono crescere e svilupparsi, grazie anche a un tipo di proposta variegata come quella della Festa del Teatro».

 Nella tre giorni, infatti, si svolgerà una sorta di viaggio su temi accattivanti di interesse intergenerazionale ma tutti riconducibili a un comune denominatore: il nostro territorio, esplorato, cantato attraverso il vino e tutto quello che esso evoca (anche per la nostra provincia), la bellezza del camminare per i nostri sentieri e le nostre città, fino al ricordo di personaggi e storie significative.

 «Jorge Luis Borges scrive: “La biblioteca è un Paradiso”. In questa intuizione c’è tutto l’amore che ci ha ispirato – spiega Franca Graziano, direttore di Motoperpetuo – nell’ideare l’iniziativa, riscontrando uguale passione nell’investimento della Provincia di Pavia e nella collaborazione delle Biblioteche coinvolte. Perché la biblioteca resta, ed è destinata sempre più a divenire, un luogo sacro per la democrazia, dove si producono libertà ed uguaglianza  attraverso il sapere critico. Al punto che anche chi studia l’aspetto manageriale della cultura in tempo di crisi afferma che gli operatori delle biblioteche possono diventare promotori del patrimonio, con ricadute interessanti sull’indotto, proprio grazie agli spettacoli organizzati per attrarre pubblico. Bene, l’auspicio è che questa iniziativa possa diffondersi nei prossimi anni a un sempre più vasto numero di biblioteche del territorio provinciale, facendo dialogare i libri, gli attori che lavorano tra gli scaffali e gli spettatori che scoprono quanto sia “paradisiaca”la lettura!»

 Programma:

-  Venerdì 26 ottobre 2012 ore 21

Bressana Bottarone – Biblioteca

Evvoé – Recital semiserio su pregi e difetti del vino

   A cura di Alessandro Vasta

 

-  Sabato 27 ottobre 2012 ore 21

   Rivanazzano Terme – Biblioteca

Parolibertà – Letture sul futurismo

A cura di Beppe Soggetti

 

-  Domenica 28 ottobre 2012 ore 17

   Varzi – Biblioteca

   C’è solo la strada… – Un inno alla gioia del camminare

A cura di Franca Graziano

 

 

 

 

 

Condividi