Centro Commerciale di Borgarello, la posizione della Provincia è chiara

Il Presidente della Provincia di Pavia, insieme all’Assessore Maurizio Visponetti, ribadiscono con forza il “no” al Centro Commerciale di Borgarello, modello di sviluppo territoriale contrario alla visione di valorizzazione del territorio di questa Amministrazione. Il “no” politico è stato rafforzato anche da azioni amministrative chiare, come il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica presentato dalla Provincia per l’annullamento dell’autorizzazione rilasciata dal Comune di Borgarello.

 

 

Tuttavia questa autorizzazione oggi in essere, rilasciata nell’aprile 2011 quando questa amministrazione ancora non era insediata, impone al proponente di iniziare un iter amministrativo che lo obbliga alla realizzazione della variante alla Sp. ex SS.35 ed è su questa, ed esclusivamente sulla congruità di questa opera, che,la Provincia,è chiamata ad esprimersi avendo competenza vincolante per gli aspetti viabilistici.

 Questo è l’iter tecnico cuila Provinciadi Pavia è obbligata a sottoporsi al di là della posizione politica che resta sempre e comunque contraria a tale insediamento commerciale. Comunque, il nostro parere viabilistico è fortemente vincolato ad una una bretella di connessione con il sistema di tangenziali pavese. Solo questo è l’atto cui è chiamata la Provincia di Pavia e a cui non intende sottrarsi per il bene del territorio.

Condividi