Spending review: la Provincia di Pavia rischia un taglio di 5mln300mila euro

La previsione per la Provincia di Pavia è di un taglio dei trasferimenti statali che supera i 5mln di euro. Parte da questo dato il grido d’allarme lanciato ieri dal Presidente Daniele Bosone preoccupato per una situazione economica sempre più compressa tra patto di stabilità e minori entrate.

“La mia forte preoccupazione nasce da un quadro nazionale che non promette nulla di buono e che ci obbliga ad una maggiore attenzione. In questo anno abbiamo cercato di risparmiare molto su personale e spese ordinarie. I risparmi operati sono stati comunque annullati da questo ulteriore taglio del governo. E’ chiaro quindi che questa situazione consentirà all’Ente di fare poco o altro se non ordinaria amministrazione.”, dice il Presidente .

 Aggiunge Bosone: “La spesa per il personale,  è scesa in 18 mesi a 16.751 mln netti (ndr e non a 21 mln €); oggi abbiamo 423 dipendenti; 8 dirigenti in meno e 27 pensionamenti non sostituiti. Abbiamo operato una razionalizzazione e ottimizzazione del personale interno che ha portato ad un notevole risparmio per le casse pubbliche. Nonostante ciò dalla spending review arrivano pesanti tagli che rischiano di minare la nostra autonomia amministrativa. Spero che nelle prossime ore di lavoro in commissione bilancio al Senato possa arrivare qualche buona notizia; rimane comunque chiaro che il nostro primo obiettivo è quello di far fronte agli impegni, almeno quelli indifferibili ”.

 “Un aiuto potrebbe arrivare da un Patto di Stabilità meno rigido, aperto a maggiori margini di manovra – commenta il Vice Presidente, Milena D’Imperio -. Qualunque decisione prenderà il Governo il nostro impegno sarà massimo per garantire i servizi offerti. Penso soprattutto alla scuola in merito alla quale potremo riprendere alcune proposte di razionalizzazione dei costi fatti negli ultimi mesi”.

Condividi