Venerdì 4 maggio l'inaugurazione dei Giardini Malaspina

Oggi, venerdì 4 maggio, alle ore 11 verranno inaugurati i Giardini Malaspina, a tre anni dalla chiusura. Un parco urbano nel cuore della città, voluto nell'Ottocento dal Marchese Malaspina, torna ad essere patrimonio di tutti i pavesi.



CENNI STORICI

I giardini Malaspina sono un piccolo parco citato nelle bibliografie di storia dell’architettura dei giardini lombardi, sia per la notorietà del progettista da cui prende il nome sia per la grazia con cui sono stati disegnati. Nel progetto dei giardini il marchese Malaspina mette a frutto le conoscenze legate ai suoi viaggi e alle sue letture, manifestando un particolare interesse per i giardini all’inglese. Ci vorrà circa un trentennio per arrivare alla definizione del progetto con la creazione di particolari elementi architettonici quali la loggia belvedere, i gruppi scultorei e i cancelli in ferro battuto di accesso al parco. L’ispirazione alla tradizione inglese porta il Marchese Malaspina a realizzare dei dislivelli orografici sui cui pendii sono messi a dimora gli alberi più rappresentativi.

I giardini sono caratterizzati da un ricco patrimonio di essenze arboree ed arbustive alcune delle quali hanno raggiunto, con la loro maestosità e grandezza, un notevole valore architettonico e paesaggistico.

 

IL PROGETTO

Il progetto di sistemazione dei giardini è stato voluto per restituire alla cittadinanza un importante spazio verde oggi poco valorizzato, ma fortemente legato alla memoria storica della città. L’area verde è stata ampliata grazie alla disponibilità della Prefettura che ha messo a disposizione una ampia fascia verde a ridosso del Palazzo Malaspina.

I camminamenti, tutti dotati di illuminazione,  sono stati ristudiati per creare un percorso armonico che valorizzi il giardino e gli edifici che lo racchiudono, in particolare la Sala dell’Annunciata e il Palazzo Malaspina. L’intervento sull’area verde ha richiesto l’abbattimento di alcuni alberi, soprattutto per motivi dovuti allo stato di conservazione. L’arredo urbano è costituito da  sedute fisse in legno  acciaio nei pressi della Sala dell’Annunciata, panchine, cestini portarifiuti, una fontanella. Un intervento di restauro ha interessato anche le murature che cingono i giardini. La sistemazione dei giardini fa parte di un progetto complessivo di riqualificazione che ha interessato anche la Sala dell’Annunciata e che è contraddistinto anche da un camminamento che da Piazza Petrarca, attraverso i giardini, permetterà ai pavesi di accedere al cuore del centro storico, nella zona dell’Università.

 

GLI INGRESSI AL PARCO

Sono cinque e si aprono su piazza Petrarca, Vicolo Ferreri e retro del Teatro Fraschini.

 

I FINANZIAMENTI

Valore complessivo dei lavori € 2.100.000 euro (l’investimento per i Giardini è di circa € 300.000). Hanno finanziato l’intervento la Fondazione Banca del Monte di Lombardia nella parte riguardante il progetto di riqualificazione della Sala dell’Annunciata (che ha permesso la realizzazione di una sala polifunzionale, completamente rivisitata nell’organizzazione degli spazi, con una platea da 160 posti e con impianti tecnologici audio-video all’avanguardia) e la Fondazione Cariplo cui si deve l’impegno per gli arredi e la sistemazione dei  Giardini Malaspina.

 

USUFRUIBILITA’

Gli spazi verdi saranno accessibili al pubblico a partire dal 15 maggio 2012 negli orari di apertura (estivo, ore 9 – 18; invernale, ore 9 -16,30). Utilizzo occasionale per eventi culturali, mostre e  incontri di carattere musicale.

Condividi