Nasce il portale delle web radio lombarde. Al progetto aderiscono Provincia e Università di Pavia

“Tra web e realtà” è il progetto al quale hanno aderito Provincia di Pavia – Assessorato alle Politiche Giovanili e Assessorato alle Politiche per la Coesione Sociale e l’Università di Pavia con la sua web radio UCampus per favorire la partecipazione del giovani attraverso uno spazio virtuale di comunicazione e di confronto che utilizza linguaggi innovativi.

Il progetto, che vede come capofila la Provincia di Milano, è realizzato in collaborazione con le Province di Lecco, Pavia, Lodi, Monza, Brianza. Si pone l’obiettivo di costruire, attraverso una condivisione di contenuti ed una partecipazione concreta, un network di Radio Web gestite direttamente da giovani e da realtà di carattere culturale e sociale coinvolgendo diverse esperienze, valorizzandole e creando percorsi di scambio di esperienze e collaborazioni.  Il progetto e la formazione, gratuita per tutti gli aderenti al progetto, è finanziata attraverso un bando UPI (Unione delle province italiane) e vede coinvolte le province di Milano, Pavia, Lecco, Mantova, Lodi e Monza Brianza.

Sul sito http://www.up-network.it - il portale che raccoglie le web radio gestite da associazioni, istituzioni, cooperative sociali – si potranno trovare i programmi condivisi dalle varie antenne. Inoltre, sempre aggiornate, sezioni dedicate alle band emergenti, agli eventi e alle notizie delle Province che hanno aderito al progetto. Ad oggi sono 12 le web radio che hanno aderito all’iniziativa e UCampus è l’unica universitaria della regione.

La Provincia di Pavia è parte attiva di questa iniziativa con la organizzazione di uno stage per un confronto, fra  gli operatori impegnati nel partenariato, sulle tematiche emergenti in seguito all’affermazione del web 2.0. “Lo stage sarà molto interessante perché porterà a riflettere sulla portata storica dei processi di digitalizzazione, sottolineandone le implicazioni sul piano sociale, economico, organizzativo, culturale e generazionale”, commenta l’Assessore Brendolise.

Condividi