Come fare il taglio dei boschi

Se devi effettuare il  taglio dei boschi è necessario farne preventiva denuncia utilizzando la procedura informatizzata, che è diventata obbligatoria dal 15 settembre 2007.
Il servizio è offerto gratuitamente dai comuni, dalla provincia, dalla comunità montana, dai parchi regionali e sovra-comunali.
Se il taglio del bosco interessa una superficie di almeno 200.000 mq o un bosco all'interno soggetto a "piano di assestamento forestale" allora devi presentare anche, rispettivamente, un progetto o una relazione di taglio. In  questo caso però sarà il dottore forestale o il dottore agronomo, a cui ti rivolgi per preparare questi elaborati, che inserirà in internet la denuncia di taglio.
Questa procedura non serve per il "disboscamento", cioè per il cambio di destinazione d'uso del bosco, ossia l'eliminazione del terreno a bosco per far posto a terreni agricoli, pioppeti, edifici, strade, piste da sci, cave, eccetera. In questo caso bisogna  rivolgersi all'ente forestale (Provincia, comunità montana, ente gestore di parco o riserva regionale) per chiedere l'autorizzazione alla "trasformazione del bosco", che potrebbe però essere soggetta ad oneri di compensazione.

 

Condividi