Sassi Neri - Pietra Corva

Il SIC (sito di importanza comunitaria) Sassi Neri – Pietra Corva si estende per 667 ettari nel comune di Romagnese, sulla sponda orografica destra del torrente Tidone, dal corso del fiume fino agli oltre 1000 metri dei monti Pietra di Corvo, Pan Perduto e dei Sassi Neri. Si tratta di affioramenti rocciosi ofiolitici di natura serpentinica, derivati da magmi nati nel mantello terrestre e solidificatisi sul fondo di un antichissimo oceano circa 150 milioni di anni fa. Nel territorio del SIC si riscontra anche la presenza di formazioni sedimentarie dovute a flysh calcarei marnoso-argillosi.

Alle basse quote dominano i boschi di carpino nero e talvolta querceti a roverella, mentre dagli 850 metri si trova la faggeta pura o mista con il cerro. Ad alta quota si trovano prati aridi sommitali ricchi di  rose e orchidee spontanee e le specie tipiche delle ofioliti (tra cui alisso, armeria, fritillaria).

Lungo i torrenti si trovano muschi calcarizzanti. Nelle zone umide e acquitrinose del sito sono presenti il tritone crestato e la salamadrina, mentre nei cieli volteggiano l’aquila reale e il biancone.

Condividi

Allegati:
Scarica questo file (Pcorva.pptx)Presentazione SIC[brochure]6630 kB
Scarica questo file (PietraCorva.pdf)carta habitat[cartografia]2398 kB