Presa d’atto della proposta di variante al Piano Cave in ottemperanza alla D.C.R. 11 aprile 2017 n. X/1491, del rapporto Ambientale e della Sintesi non Tecnica

01/10/2018

 

Premesso che:

-    il Piano Cave della Provincia di Pavia attualmente vigente è stato approvato con Deliberazione del Consiglio Regionale n. X/1491 del 11 aprile 2017; il medesimo ha dovuto essere sottoposto ad un aggiornamento normativo/revisione in seguito all’apertura da parte della Commissione Europea del Caso EU Pilot 2706/11/ENVI, con cui si chiedevano informazioni sullo svolgimento della procedura di Valutazione Ambientale Strategica nell’approvazione di alcuni Piani Cave lombardi. La Regione ha quindi invitato la Provincia di Pavia ad integrare il proprio Piano espletando, ancorché in via postuma, la Valutazione Ambientale Strategica.

-    Il presente procedimento di variante    consegue a quanto disposto dalla Delibera del Consiglio Regionale della Lombardia (DCR 11 aprile 2017 – n. X/1491) che approvando la Valutazione Ambientale Strategica del Piano Cave della Provincia di Pavia si proponeva di “invitare la Provincia di Pavia a ricercare una nuova localizzazione più compat   ibile rispetto a quella di Torrazza Coste, in ragione della salvaguardia occupazionale della ditta Monier S.p.A.”.

-    A seguito di questa deliberazione, la Giunta Regionale ha provveduto ad invitare, con PEC del 19 giugno 2017, la Provincia a dar seguito a quanto indicato nella DCR citata, tenendo in considerazione sia gli aspetti di sostenibilità ambientale, sia le esigenze di salvaguardia occupazionale, sia le aspettative della ditta interessata.

-    La Provincia di Pavia ha quindi deciso di procedere con una variante al Piano Cave Provinciale ai sensi dell’art. 9 della L.R. 14/98, a cui è prodromica la Valutazione Ambientale Strategica.

-    Visti i seguenti documenti, redatti in ambito della procedura di VAS in corso: Proposta di Variante, Rapporto Ambientale, Sintesi non Tecnica.

si dispone il deposito presso la segreteria, l’albo pretorio, il sito istituzionale dell’Ente e presso il portale SIVAS di Regione Lombardia, per sessanta giorni al fine di raccogliere eventuali osservazioni nel merito.

Il Presidente

Vittorio Poma


Condividi