Novità in materia di A.I.A. introdotte dal DLgs 46/2014 in vigore dall'11 aprile 2014.

In data 11 aprile 2014 è entrato in vigore il DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2014, n. 46, (pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU n.72 del 27/03/2014 - Suppl. Ordinario n. 27)  in attuazione  della  direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali (prevenzione e  riduzione  integrate dell'inquinamento). lL'Autorità Competente al rilascio delle AIA per le installazioni esistenti  "non già soggette ad AIA" è la Regione Lombardia.

Regione è l'autorità competente al rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali relative alle installazioni esistenti qualificate come "non già soggette ad AIA" ai sensi dell'articolo 5, comma 1, lettera i – quinquies), del d.lgs. 152/2006, secondo quanto previsto dall'articolo 29, commi 2 e 3, del d.lgs. 46/2014.

Circolare Regionale del 04/08/2014 - N° 6: "Primi indirizzi sulle modalità applicative della disciplina in materia di autorizzazioni integrate ambientali (A.I.A.) recata dal titolo III-BIS alla parte seconda del Decreto Legislativo 3 Aprile 2006, n. 152, alla luce delle modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 4 Marzo 2014, n. 46" 

Tra le principali novità si segnala che il campo di applicazione delle attività soggette ad AIA è stato ampliato e alcune voci sono state modificate e riformulate rispetto a quanto previsto in precedenza dal D.Lgs. 152/06.

Invitando le imprese a verificare nel dettaglio la nuova versione dell'allegato VIII alla parte II (elenco delle attività soggette ad AIA), si segnalano le voci relative a:

  • 1.4 b) gassificazione o liquefazione di altri combustibili in installazioni con una potenza termica nominale pari o superiore a 20MW;
  • 2.5 funzionamento di fonderie di metalli non ferrosi con capacità di fusione superiore a 4 Mg al giorno per piombo e cadmio o a 20 Mg per gli altri metalli;5 gestione dei rifiuti: tutta la voce è stata fortemente modificata, con inserimento di nuove operazioni e diversa formulazione di alcune delle esistenti;
  • 6.1 c) Impianti di produzione di pannelli a base di legno di capacità superiore a 600 m3/giorno;
  • 6.9 Cattura di flussi di CO2 provenienti da installazioni che rientrano nella Direttiva ai fini dello stoccaggio geologico;
  • 6.10 Conservazione del legno e dei prodotti in legno di capacità superiore a 75 m3/giorno;
  • 6.11 Attività di trattamento a gestione indipendente di acque reflue  evacuate da un'installazione in cui è svolta una delle attività soggette.

Per le installazioni esistenti che appartengono alle nuove attività comprese nel campo di applicazione della nuova disciplina (nuovo Allegato VIII), il Dlgs 46/14 prevede che essi dovranno presentare istanza per il rilascio dell'AIA entro il 7 settembre 2014.

Condividi