Qualità dell'aria

Il Piano Regionale degli interventi per la qualità dell’aria (PRIA) è lo strumento di pianificazione e di programmazione per Regione Lombardia in materia di qualità dell’aria, specificatamente mirato a prevenire l’inquinamento atmosferico e a ridurre le emissioni a tutela della salute e dell’ambiente.

Descrizione

Il Piano è predisposto ai sensi della normativa nazionale e regionale:

  • il D. Lgs n. 155 del 13.08.2010, che ne delinea la struttura e i contenuti;
  • la legge regionale n. 24 dell’11.12.2006 “Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell’ambiente” e la delibera del Consiglio Regionale n. 891 del 6.10.2009, “Indirizzi per la programmazione regionale di risanamento della qualità dell’aria”, che ne individuano gli ambiti specifici di applicazione.

L’obiettivo strategico, previsto nella d.C.R. 891/09 e coerente con quanto richiesto dalla norma nazionale, è raggiungere livelli di qualità dell’aria che non comportino rischi o impatti negativi significativi per la salute umana e per l’ambiente.
Gli obiettivi generali della pianificazione e programmazione regionale per la qualità dell’aria sono pertanto:

  1. rientrare nei valori limite nelle zone e negli agglomerati ove il livello di uno o più inquinanti superi tali riferimenti;
  2. preservare da peggioramenti nelle zone e negli agglomerati in cui i livelli degli inquinanti siano stabilmente al di sotto dei valori limite.

Il PRIA 2013 è stato approvato con d.G.R. n. 593 del 6/9/2013. Il suo aggiornamento è stato avviato con la d.G.R. n. 6438 del 3/4/2017 e il monitoraggio triennale del Piano è stato approvato con d.G.R.n. 7305 del 30/10/2017. A seguito di emanazione del decreto n. 9993 del 10/7/2018 di esclusione dalla VAS, è stato approvato l'aggiornamento di Piano - PRIA 2018 - con d.G.R. n. 449 del 2/8/2018. L'aggiornamento di Piano contiene anche disposizioni attuative circa le nuove limitazioni dei veicoli più inquinanti. 

Il PRIA aggiornato è consultabile a questo link

Il PRIA aggiornato è stato oggetto di tavoli tecnici convocati presso Regione Lombardia i cui verbali sono consultabili a questo link

Al fine di un sensibile miglioramento degli interventi per la qualità dell’aria nel bacino padano, è stato sottoscritto a Bologna, durante il G7 Ambiente del 9 giugno 2017, dal Ministro Galletti e dai Presidenti di Regione Lombardia, Piemonte, Veneto e Emilia-Romagna, il Nuovo Accordo di bacino padano per  l’attuazione di misure congiunte per il miglioramento della qualità dell’aria.

Il testo dell'Accordo è stato approvato con delibera di Giunta regionale  n. 6675 del 7 giugno 2017.

Le misure congiunte di bacino padano individuate, strutturali e temporanee, sono prioritariamente rivolte al settore traffico (limitazioni veicoli diesel), ai generatori di calore domestici a legna, alle combustioni all'aperto e al contenimento delle emissioni di ammoniaca dalle attività agricole e zootecniche.

In allegato il testo dell'Accordo sottoscritto

Regione Lombardia attraverso i suoi uffici ha provveduto alla pubblicazione che ha l’obiettivo di mostrare come i vari attori economici e sociali e i singoli cittadini possano contribuire a migliorare la qualità della nostra aria, adottando comportamenti virtuosi e cambiando stili di vita, nonché presentare il nuovo Piano Regionale degli Interventi per la qualità dell'Aria (PRIA) uno strumento di politiche regionali integrate che si propone di raggiungere entro il 2020 gli obiettivi previsti dalla legislatura europea in materia di inquinamento atmosferico.

Per accedere a tale documento clicca qui

Condividi

Allegati:
Scarica questo file (allegato+dgr+6675.pdf)allegato+dgr+6675.pdf[ ]247 kB