Scarichi idrici

SCARICHI IDRICI

La Provincia, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e dei Regolamenti Regionali N. 3 e 4 del 24.03.2006, rilascia le autorizzazioni allo scarico in acque superficiali, sul suolo e nei primi strati del sottosuolo, di reflui provenienti da insediamenti pubblici e privati, delle acque meteoriche e dei reflui derivanti dal lavaggio delle aree esterne e in falda (pompe di calore, lavaggio e lavorazione inerti).

 

I tempi per il rilascio delle autorizzazioni sono di 90 giorni.

Le spese di istruttoria prevedono il versamento di 25.00€ (attestazione di pagamento da allegare all'istanza) per la procedibilità della domanda di autorizzazione ai sensi dell'art. 124, comma 11 del D.Lgs. 152/2006. Al termine del procedimento, prima del rilascio dell'atto autorizzativo, sarà richiesto il saldo delle spese per i seguenti importi:

  • 25,00€ per acque reflue domestiche, meteoriche
  • 75,00€ per acque reflue industriali
  • 50,00€ per sopralluogo

Per gli scarichi in corpo idrico superficiale, a seguito dell'entrata in vigore della DGP 425/2011, verrà applicato il tariffario previsto nella sopracitata delibera.

Tutti gli scarichi in corpo idrico superficiale (nel caso di reflui domestici tale recapito è ammissibile solo per insediamenti isolati > 50 A.E.) sono soggetti anche ad autorizzazione/concessione ai fini idraulici di competenza dei soggetti sotto indicati:

  • Comune (qualora il corso d'acqua appartenga al reticolo idrico minore);
  • Regione Lombardia Sede Territoriale di Pavia - V.le Cesare Battisti, 150 - PAVIA (qualora il corso d'acqua appartenga al reticolo idrografico principale);
  • Consorzio (qualora il corso d'acqua sia gestito da Consorzio di Irrigazione/Bonifica);
  • Soggetto privato (qualora il corso d'acqua sia gestito da soggetto privato o da privati).

Si ricorda che tale provvedimento, sebbene non necessario per il conseguimento dell'autorizzazione provinciale, va comunque conseguito.

 

Condividi