Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.)

La valutazione ambientale dei progetti (Valutazione di Impatto Ambientale) ha la finalità di proteggere la salute umana, contribuire con un migliore ambiente alla qualità della vita, provvedere al mantenimento delle specie e conservare la capacità diriproduzione dell'ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita. A questo scopo, essa individua, descrive e valuta, in modo appropriato, per ciascun caso particolare, gli impatti diretti e indiretti di un progetto sui seguenti fattori:

1) l'uomo, la fauna e la flora;

2) il suolo, l'acqua, l'aria e il clima;

3) i beni materiali ed il patrimonio culturale;

4) l'interazione tra i fattori di cui sopra.

La Regione Lombardia, con la Legge n.5 del 2 febbraio 2010, ha attibuito alle Province le funzioni relative alla valutazione ambientale di alcune tipologie di progetti, riportate negli allegati alla stessa Legge. La documentazione relativa alle istanze di V.I.A. e di Verifica di assoggettabilità a V.I.A., nonchè le fasi del procedimento amministrativo, possono essere visionate, oltre che sul portale della Provincia di Pavia, sul portale regionale S.I.L.V.I.A. al seguente link: http://silvia.regione.lombardia.it/silvia/jsp/home.jsf

Relativamente ai procedimenti in corso, chiunque abbia interesse può inoltrare osservazioni anche attraverso il seguente indirizzo di posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ricorda che la normativa di riferimento prevede la seguente tempistica ai fini dell’inoltro di eventuali osservazioni:

  • entro 60 giorni dalla presentazione dalla pubblicazione sul sito web regionale SILVIA e sul sito provinciale dell’avviso al pubblico da parte dell’autorità competente per i procedimenti di V.I.A.;
  • entro 45 giorni dalla pubblicazione dell’istanza da parte dell’autorità competente sul sito web regionale SILVIA e sul sito provinciale per i procedimenti di assoggettabilità a V.I.A.

Principali normative di riferimento

Comunitaria

  • Direttiva 2001/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 giugno 2001, concernente la valutazione degli impatti di determinati piani e programmi sull’ambiente;
  • Direttiva 85/337/CEE del Consiglio del 27 giugno 1985, concernente la valutazione di impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, come modificata ed integrata con la direttiva 97/11/CE del Consiglio del 3 marzo 1997 e con la direttiva 2003/35/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 maggio 2003.
  • Direttiva 2008/1/CE del Parlamneto Europeo e del Consiglio del 15 gennaio 2008, concernente la prevenzione e la riduzione integrate dell’inquinamento.

Nazionale

  • Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale” e s.m.i..
  • Legge 23 luglio 2009, n. 99 “disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonche' in materia di energia”.
  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 Marzo 2007, “Modifiche al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 settembre 1999, recante: 'Atti di indirizzo e coordinamento per l'attuazione dell'articolo 40, comma 1, della legge 22 febbraio 1994, n.146, concernente disposizioni in materia di impatto ambientale' “.
  • Decreto Ministeriale 19 febbraio 2007, “criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare, in attuazione dell'art.7 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n.387”.

Regionale

  • Regolamento regionale 21 novembre 2011, n. 5 “attuazione della legge regionale 2 febbraio 2010, n.5 (Norme in materia di valutazione di impatto ambientale)”.
  • Legge regionale 2 febbraio 2010, n. 5 (testo coordinato) e successive integrazioni e modifiche, “norme in materia di Valutazione di Impatto Ambientale”.

 

Contatti

Tel. 0382-597 787 -  885 - 870

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.