Miele

 

L'apicoltura, oggi,  in provincia di Pavia ha una notevole espansione. Iscritti all'ASAP (Associazione Apicoltori Pavesi) risultano circa 250 produttori.
La presenza di erbe aromatiche e officinali spontanee in zone collinari, dove non vengono utilizzati trattamenti diserbanti chimici, favorisce la produzione di mieli particolari come quello di rosmarino, melissa, salvia o menta. Si tratta di mieli pregiati che ripropongono le virtù benefiche delle erbe da cui vengono tratti.
Nel caso della robinia (acacia), ad esempio, si portano le api nel Parco del Ticino intorno al 1° maggio, si spostano dopo dieci giorni alla base delle colline e, dopo ulteriori dieci giorni, in alta collina. I contadini ai quali si chiedono in "affitto" i campi o gli spazi dove posizionare le arnie accettano sempre di buon grado perché, tradizionalmente, le api sono legate alla fortuna e all'abbondanza. La pigione viene pagata ovviamente in miele (mezzo kg per arnia), e spesso in ottimi rapporti umani che si stabiliscono.

A Casteggio, in novembre, alla Fiera del tartufo e del miele, sono presenti quasi tutti i produttori di miele della provincia. 

A chi rivolgersi :

Claudio Davi 
0383/43226 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.