Come si diventa volontari di Protezione Civile

Come si diventa volontario

Il Volontariato di Protezione Civile è suddiviso tra Associazioni e Gruppi Comunali.
Quale è la differenza?

Sostanzialmente le Associazioni che sono Organizzazioni di Volontariato di natura privata, in caso di emergenza vengono attivate dalla Provincia che è Ente delegato al Coordinamento e Controllo ai sensi della legge regionale 16/2004 oppure, dalla Prefettura di Pavia.
I Gruppi Comunali vengono attivati dal Sindaco che è autorità di Protezione civile sul territorio comunale ai sensi della legge 225/92 ma possono essere attivati anche da  Provincia e Prefettura.

Per diventare volontari...

Occorre avere compiuto 18 anni

1.   Se si risiede in un Comune dove è presente il Gruppo Comunale di Protezione Civile è sufficiente fare domanda al Sindaco.
La domanda deve essere corredata da una autocertificazione che attesta che il richiedente non ha subito o non ha in corso alcun procedimento penale.
Il richiedente deve specificare di essere disposto a svolgere compiti operativi.

2.   Se si risiede in un comune dove non è presente il Gruppo Comunale di Protezione Civile ci si può rivolgere al comune più vicino dove tale Gruppo Comunale esiste oppure si può fare richiesta presso una Associazione di Volontariato presente sul territorio.

Gli Enti Istituzionali, ai quali poter richiedere informazioni in materia di volontariato, sono, per diversi ambiti di riferimento, schematicamente riassumibili in:

  • Regione Lombardia - Servizio Protezione Civile - P.zza Città di Lombardia,1- 20124 MILANO (tel. centr. 02/6765.1; diretto 02/6765.2485; S.O. 800061160) E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Provincia di Pavia Servizio Protezione Civile - Piazza Italia, 2 - 27100 Pavia tel. 0382.597470/519/362/518/840 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Prefettura di Pavia
  • Amministrazioni Comunali, laddove già esistano associazioni di protezione civile o gruppi comunali già operanti

Distribuzione delle organizzazioni di volontariato sul territorio provinciale

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Il Volontariato di Protezione Civile - Informazioni utili

Se un singolo cittadino vuole dedicarsi al volontariato di protezione civile, deve individuare sul proprio territorio un'Associazione o un Gruppo comunale che svolga tale attività.
Questo perchè la tendenza attuale è quella di avvalersi di organizzazioni specializzate in alcuni settori ma, soprattutto, autosufficienti in termini di operatività.
Tra i settori interessanti per la protezione civile, si segnalano:

  • Antincendio;
  • Unità cinofile;
  • Logistico;
  • Assistenziale;
  • Sanitario;
  • Subacqueo;
  • Comunicazioni;
  • Soccorso alpino.

A loro volta le Associazioni ed i Gruppi comunali dovranno essere iscritte all'Albo Regionale del Volontariato di Protezione Civile e all'Elenco nazionale del Dipartimento della Protezione Civile, per goderne dei benefici economici e per essere ufficialmente riconosciute.

Gli Enti Istituzionali, ai quali poter richiedere informazioni in materia di volontariato, sono, per diversi ambiti di riferimento, schematicamente riassumibili in:

  • Regione Lombardia - Servizio Protezione Civile - P.zza Città di Lombardia,1- 20124 MILANO (tel. centr. 02/6765.1; diretto 02/6765.2485; S.O. 800061160) E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Provincia di Pavia Servizio Protezione Civile - Piazza Italia, 2 - 27100 Pavia tel. 0382.597470/519/362/518/840 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Prefettura di Pavia
  • Amministrazioni Comunali, laddove già esistano associazioni di protezione civile o gruppi comunali già operanti

I gruppi comunali/intercomunali hanno una figura giuridica diversa dalle associazioni di volontariato, in quanto sono una diretta emanazione dell'Amministrazione comunale (e non Organizzazione di privati cittadini); sono quindi alle "dirette dipendenze" del sindaco in quanto autorità comunale di Protezione Civile (art. 15. terzo comma, L. 225/92).

Agli aspiranti aderenti si richiedono requisiti di moralità, affidabilità, buona volontà e disponibilità.
Ai volontari, limitatamente al periodo d'impiego autorizzato dalla relativa Prefettura o dal Dipartimento della Protezione Civile, viene garantito il mantenimento del posto di lavoro e del relativo trattamento economico e previdenziale, nonchè della relativa copertura assicurativa, per un periodo non superiore a trenta giorni continuativi e fino a novanta giorni dell'anno, ai sensi e per gli effetti del d.p.r. n. 194/2001.

Le leggi vigenti (art. 4 della l. 266/91) impongono, altresì, che le Organizzazioni di volontariato debbono provvedere alla relativa copertura assicurativa dei propri aderenti.