La Provincia candida la Via Francigena “Patrimonio dell’Umanità Unesco”

La Giunta della Provincia di Pavia, su proposta dell’Assessore al Turismo Emanuela Marchiafava, ha espresso all’unanimità l’orientamento favorevole al sostegno della candidatura della Via Francigena a “Patrimonio dell’Umanità UNESCO”. La Francigena, già "Grande Itinerario culturale del Consiglio d’Europa" ha infatti tutte le carte in regola per diventare Patrimonio dell’Umanità UNESCO come già è avvenuto per il Cammino di Santiago.

 

"La Via Francigena è un percorso europeo, uno scambio tra popoli e la candidatura – ricorda l’assessore Marchiafava - è un'idea molto importante. La Provincia di Pavia considera la Via un traino per la cultura e l’economia sostenibile di tutto il territorio e quindi serve ancora più impegno nell’accoglienza. La Francigena vede un aumento costante delle presenze, da assicurare con il lavoro congiunto di associazioni, istituzioni e operatori privati dell’accoglienza”.

L’itinerario costituisce un forte collante che unisce comunità e territori nella consapevolezza del valore della autenticità e dei valori europei, ed oggi si presenta l’opportunità di fare un ulteriore salto di qualità con la certificazione UNESCO di patrimonio dell’umanità"

Ci faremo parte attiva – conclude l’assessore – nel chiedere anche ai Comuni della nostra provincia, attraversati dal percorso di fede, di sostenere e deliberare anch’essi a favore della Via Francigena a Patrimonio dell’Umanità, perché questa è un’iniziativa concordata a livello nazionale con l’Associazione Europea delle Vie Francigene”.

Condividi