La Provincia di Pavia, per l’attuazione delle politiche di Pari Opportunità e per l’integrazione delle stesse nel complesso delle azioni di governo locale, ha previsto apposita delega alle pari opportunità.

L’Assessorato, attraverso l’attività del Centro provinciale di parità, finalizza la propria politica alla promozione di “azioni positive” per il superamento degli ostacoli che ancor oggi impediscono la realizzazione del pieno riconoscimento dei valori e dei principi di pari dignità e pari opportunità per uomini e donne.

Già nelle legislazioni precedenti era stato istituito e operava l’Assessorato alle Pari Opportunità ed il Comitato d’Ente  per le pari opportunità, l’attuale Comitato Unico di Garanzia (C.U.G.) previsto dagli accordi nazionali di lavoro dei comparti del pubblico impiego.

Tali strumenti hanno rappresentato e rappresentano una opportunità di crescita della società e di affermazione della “democrazia paritaria” anche alla luce delle recenti riforme costituzionali.

La Provincia di Pavia è impegnata a proporre e a sostenere progetti ed iniziative per dare risposte concrete e puntuali ai bisogni ed agli interessi emersi dal territorio attraverso azioni di contrasto al fenomeno della violenza di genere, di sviluppo delle politiche dei tempi e degli orari, di sostegno al family friendly nelle aziende femminili in ambito agricolo.

La Provincia di Pavia sostiene azioni di Conciliazione e ha sottoscritto, come soggetto promotore, l’Accordo Territoriale Conciliazione Famiglia e Lavoro Pavia che rientra nell’attività prevista da Regione Lombardia a sostegno e per favorire la nascita di reti territoriali con il coinvolgimento attivo di tutti i soggetti che possono concorrere alla realizzazione di una rete integrata di servizi e interventi a sostegno della conciliazione e orientarsi verso un sistema integrato di risorse finanziarie di sostegno.