Il Testo Unico, all’art. 7 comma 6, ha abrogato le norme di seguito elencate, precisando, però, che i contratti in essere (cioè i contratti di apprendistato stipulati prima della piena entrata in vigore del Testo Unico prevista per il 25 aprile 2012) resteranno disciplinati dalle vigenti normative (cosiddette Legge Treu e Riforma Biagi):

• Legge 19 gennaio 1955, n. 25/55

• Articoli 21 e 22 della Legge n. 56/1987

• Articolo 16 della Legge n. 196/1997

• Articoli da 47 a 53 del Decreto Legislativo n. 276/2003

Altre squisitezze

La provincia di Pavia è territorio di magica eterogeneità che consente la produzioni di mieli differenti, di confetture e mostarda e di rinomati dolci: ai tradizionali mieli di acacia, castagno e millefiori, sono andati nel tempo aggiungendosi i più innovativi mieli di tiglio, tarassaco, ciliegio, rovo, rosa canina, erba medica e melata.
Nel campo delle confetture, vanno assumendo importanza piccole realtà di aziende biologiche che, nel rispetto della tradizione del territorio, recuperano antiche piante da frutto locali (marasche, pesche spaccatelle "da Vigna", mele apinola, frascona, poppina, ruggine, Carla, di San Giovanni, pere brutta e buona, giugnola, campana) i cui frutti vengono trasformati in ottime marmellate.
La frutta è anche conservata sotto forma di mostarda, la rinomata mostarda di Voghera, la cui ricetta risale al XVII secolo e si dice di origine ligure. Il procedimento di preparazione si deve agli spagnoli, adottato subito a Voghera. È ottima per accompagnare bolliti e formaggi.
I dolci sono spesso "dolci poveri", di tradizione contadina, divenuti, nel tempo, carta d'identità della provincia. L'Offella di Parona, la torta paradiso, la torta di mandorle di Varzi, i brasadè (ciambelle) di Broni, il pane dei morti, i risini (biscotti con farina di riso), la torta di riso, offrono al consumatore buongustaio il meglio di una produzione dolciaria genuina e semplice in una epoca di sofisticazioni di ogni genere.

A Parona, nel primo fine settimana di ottobre,  si tiene la Sagra delle Offelle di Parona.

“L’Apprendistato in provincia di Pavia– rapporto di monitoraggio 2000/2005” è una pubblicazione con la quale la Provincia di Pavia ha reso pubbliche tutte le iniziative dedicate all’apprendistato, a partire dall’anno 2000, in linea con le indicazioni regionali e nazionali.

Continua a leggere: L'Apprendistato in provincia di Pavia - rapporto di monitoraggio 2000/2005

L’Ufficio Apprendistato del Settore Sviluppo Sociale ed Economico si occupa della programmazione, del coordinamento e della gestisce dell’offerta formativa pubblica in materia di servizi integrati per l’apprendistato. L’offerta formativa pubblica viene erogata attraverso gli Enti accreditati operanti sul territorio. La Provincia, nello svolgimento delle proprie funzioni in materia di servizi integrati per l’apprendistato, si avvale della collaborazione delle Parti Sociali territoriali (Associazioni datoriali, sindacali e rappresentante Ministero del Lavoro facenti parte della Commissione Provinciale per il Lavoro e la Formazione). Inoltre, tiene relazioni con le aziende interessate e con i consulenti del lavoro per informazioni inerenti la normativa in materia e l’offerta formativa presente sul territorio.

 

Scarica il pdf

Allegati:
Scarica questo file (L.R._24.pdf)L.R._24.pdf[ ]161 Kb