Comunicazione
In caso di modifica di impianto la Regione Lombardia, con la circolare 1AMB/2007, ha previsto una serie di casistiche che, a certe condizioni, sono considerate modifiche non sostanziali. Difatti il comma 8 dell'art. 269 del D.lgs. 152/06 prevede che per le modifiche non sostanziali sia sufficiente una comunicazione all'autorità competente con un anticipo di 60 giorni rispetto all'inizio della modifica stessa. Al fine della presentazione di tale comunicazione è stata predisposta una modulistica specifica comprensiva di una breve relazione tecnica.
Tutte le modifiche al di fuori della casistica riportata in Allegato 1 devono presentare in via preventiva domanda di modifica sostanziale dell'impianto seguendo la procedura ordinaria.
Per le modifiche non sostanziali è previsto il pagamento delle spese istruttorie pari all'importo dovuto per la presentazione della domanda di modica sostanziale, decurtato del 50 % (per il calcolo vedere il tariffario pubblicato con DGR n°9201 del 2009 e le modalità di pagamento delle spese istruttorie.